Heppi Niu Iar!

Credo di essere uno dei pochi a poter dire che il 2008 è stato un anno spettacolare! Leggo commenti qua e là, parlo con le persone...si lamentano tutti!
Personalmente ho fatto esperienze di ogni tipo e colore che ripeterei volentieri...in primis il viaggio tra Stati Uniti, Canada e Spagna. Vacanza stupenda!
Poi la laurea, il lavoro, e un sacco di gente che ho conosciuto...non chiedo un 2009 uguale al 2008...ma spero comunque che sia un buon anno. Chissà soprattutto dove mi porterà!
Ne approfitto dunque per fare gli auguri a tutti voi...se l'anno appena trascorso non vi è piaciuto, spero che il 2009 vi possa soddisfare.
Ora scusate...ma la Toscana mi aspetta!
Tanti auguri a tutti!

Buon natale!

Neve a Las Vegas


É un po' come se avesse nevicato nel Sahara
Articolo

Quant'è all'ora il parcheggio?


La consapevolezza che il proprio blog è situato in un parcheggio di auto rende più forti.
Ho chiesto a "GeoTool" di localizzare l'IP del mio blog e il risultato lo vedete nella foto.
Siamo a Mountain View, CA ovviamente!
Almeno il posto me l'hanno lasciato libero! Chi saranno i miei vicini di posteggio?

Grande Sergio Friscia!!!

La febbra? No! L'anfluenza!!!

Max Payne: il protagonista è un detective in cerca dell'uomo che ha ucciso sua moglie e sua figlia. Da quando è successo non si dà pace, ma tutte le strade che ha percorso finora non hanno portato a niente. Finchè un giorno non viene trovato un nesso tra un omicidio avvenuto da poco e quello dei suoi cari. Il detective comincia a indagare e scopre un giro molto ma molto più grande di quanto potesse pensare...un film in cui il protagonista è un incrocio tra "Jason Bourne" e "Il Gladiatore", film ai quali si notano tanti, troppi riferimenti. É il classico film d'azione condito con gli effetti speciali che piacciono tanto ai tamarri. Ocio che dopo la sigla finale c'è un'altra scena...fanno già capire che ci sarà un seguito.

Vicky Cristina Barcelona: due ragazze newyorkesi decidono di trascorrere l'estate a Barcellona. Qui cercano di trovare ispirazione per il proprio lavoro, ma trovano qualcos'altro...anzi qualcun'altro. In questo film ci sono triangoli, quadrati e anche pentagoni amorosi! Film consigliato...solo alle donne. Ma quali donne leggono questo blog???

Bolt - Un eroe a quattro zampe: carino film d'animazione della Disney. Bolt è un cane di Hollywood che di professione fa l'attore. Nel telefilm in cui recita deve salvare la propria padroncina da un sacco di guai. Lui è convinto sia tutto vero, poichè il legame che c'è tra lui e la ragazzina è vero. Una giorno però si ritrova al di fuori degli studi cinematografici, per la precisione a New York, dove deve affrontare la vita e i pericoli reali senza poter ricorrere ai suoi super-poteri. Qui inizia un viaggio che lo dovrà riportare a Los Angeles dalla sua padrona, che compirà grazie all'aiuto di due amici trovati per strada, una gatta e un criceto.
Ragazzi, il criceto fa scassare dalle risate, e poi nelle grandi città ci sono i piccioni...che stupidi! Mi ricordavano tanto i pinguini di "Madagascar"! Fatevi quattro risate!

Changeling: bello bello. La storia è ambientata negli anni '30 in California. La signora Collins vive da sola con il figlio, dopo l'abbandono del marito. Un giorno esce di casa e lascia il bambino a casa. La sera, al suo ritorno, non lo trova più e chiama subito la polizia per denunciarne la scomparsa. Le ricerche sembrano andare a buon fine, ma quando la signora incontra il bambino che la polizia ha ritrovato, si rende conto che non si tratta di suo figlio. Cerca di farlo notare ai poliziotti e lo comunica alla stampa. Il dipartimento di polizia di Los Angeles che già non godeva di una buona reputazione, con accuse di corruzione e violenza, non vuole fare un'altra figuraccia, e cerca di convincere in tutti i modi la signora Collins che si tratta di suo figlio. Viene allora data per pazza e rinchiusa in un manicomio dal quale riuscirà a uscirne grazie allo spirito di giustizia della gente e alla confessione di un bambino, il quale svela le atrocità che avvenivano in un ranch nella campagna poco fuori città. Da questo momento la storia trova risvolti notevoli che non sto a raccontarvi se no vi rovino il film. Comunque merita veramente tanto, assolutamente da vedere.
Category: 2 comments

Beppazzo vs. Windows Vista: la sfida si ripete...anzi no, si rinnova!!!

"Fortunatamente quanto segue non risente della grandezza degli indici dei programmi, tutto quanto interessa essendo il fatto che stringhe differenti hanno numeri differenti"
["A programming approach to computability" - Kfoury, Moll, Arbib, 1986 - trad. Gianbruno Guerrerio]

La citazione non c'entra una beata mazza con il post, ma era bello farvi sapere che il libro su cui sto studiando ha frasi come questa.


Vero post:
Ne stavo quasi sentendo la mancanza. Nei periodi in cui lavoravo e mi svagavo poco ci pensava lui a riempirmi la giornata, ci pensava lui a farmi disperare e a costringermi a tante, tantissime pause caffè.
Ma ora che all'università avere amici con il portatile nuovo significa anche che sopra hanno Windows Vista, ho avuto modo di incontrarlo nuovamente e di passare nuovi, inquietanti e commoventi momenti nei quali mi ponevo una sola domanda...perchè???
Perchè se ti chiedo di eliminare un file senza passare dal cestino (shift+canc) ci metti più tempo per calcolare il tempo residuo alla fine dell'operazione che per eseguire l'operazione stessa?


La foto che vedete l'ho scattata personalmente oggi pomeriggio. Ho avuto il tempo di mettermi a ridere, insultarlo, prendere il cellulare dalla tasca e scattare la foto (2 volte). Finito il calcolo del tempo residuo ha impiegato esattamente mezzo secondo per cancellare il file. Voi direte..."eh, ma erano quasi 700 Mb! Ti credo che ci mette tanto!". Io ripeto, non gliel'ho fatto copiare nel cestino, lo doveva rimuovere direttamente, e poi la stessa cosa si è verificata qualche minuto dopo con un file minuscolo e inutile. Siamo nel 2008 e questo signori è il tempo che impiega Vista, su un computer motorizzato con processore Dual Core, per contare fino a 1.

"We have 100 million people using Vista now" - Gates, 2008
Questa citazione c'entra...purtroppo!

Direttamente dallo schermo cinematografò!

Frontiers - Ai confini dell'inferno: in seguito a delle controverse elezioni presidenziali in Francia, scoppiano degli scontri nella periferia di Parigi. Dei ragazzi musulmani, dopo aver rubato dei soldi, decidono di cambiare aria e andare a vivere da degli amici ad Amsterdam. Il viaggio è lungo, perciò si fermano a riposare in una casa-albergo in mezzo alle campagne francesi. Il luogo da subito non sembra dei più ospitali, e si rivela tale quando da quel luogo i ragazzi non riescono più a uscire. La famiglia che vive nella casa (costruita su delle miniere abbandonate) è comandata a bacchetta da un reduce della II Guerra Mondiale (devoto alla filosofia del Führer), il quale si fa chiamare "il padre". Odia ebrei e musulmani (e i ragazzi lo sono) e predilige la razza ariana. Le torture che subiscono i ragazzi sono tremende e ci sono un po' di scene splatter. Film pesante.

007 - Quantum of Solace: film che segue cronologicamente "Casino Royale". James Bond, porta ancora con sè la rabbia per la perdita della propria amata e quando agisce non si rende conto dei suoi comportamenti troppo violenti che rischiano di comprometterne il lavoro. Tutto ha inizio in Italia, dove 007 riesce a catturare il membro di un'associazione segreta che sostiene di avere membri ovunque. Da qui la fuga del prigioniero, i pedinamenti, e la scoperta di un complotto in Sud America (per una volta, non si tratta di petrolio). Durante le indagini James si incontra forzatamente con una ragazza, anch'essa desiderosa di vendetta nei confronti degli autori del complotto. Non vi dico altro se no rischio di rovinarvi il gusto di guardarlo. L'unica cosa che mi ha lasciato perplesso a inizio film è stato l'inseguimento tra una Aston Martin DB9 e una Alfa Romeo 159...con tutto il rispetto per la macchina italiana...ma non poteva stargli dietro, è assurdo! Per il resto le acrobazie e le esplosioni sono ormai un "must" nei film di 007, quindi anche se non sono proprio realistiche, ci stanno sempre bene. Bel film, ve lo consiglio.

Giù al Nord: film "carino" (nessun riferimento politico sia chiaro). Parla di un direttore di un ufficio postale che vive nel sud della Francia. Il suo desiderio e quello della famiglia è di essere trasferiti in Costa Azzurra. Per poter ottenere tale trasferimento però ricorre a un metodo sleale, ovvero si finge invalido. Il trucco viene scoperto e i suoi superiori non decidono di licenziarlo, ma di fargli qualcosa di molto peggio...trasferirlo al Nord per 2 anni. I francesi (quelli del film, non so se nella realtà è anche così) hanno una visione del Nord del paese come di un inferno, dove fa freddo tutto l'anno, gli abitanti sono scorbutici e inospitali e parlano una strana lingua. L'ironia del film si basa sempre su questi pregiudizi e molte scene le ho trovate divertenti. Ripeto, film carino, non bellissimo, ma piacevole da guardare.

The Orphanage: premetto che vedere fantasmi di bambini in un orfanotrofio abbandonato mi fa una paura tremenda. Comunque, la storia parla di una donna che decide di andare a vivere con il marito e il figlio adottivo, nel vecchio orfanotrofio dove aveva trascorso l'infanzia. Qui il bambino (tra l'altro anche malato di aids) vede amici immaginari e da questi impara un gioco, una sorta di caccia al tesoro. Durante la festa di inaugurazione dell'orfanotrofio come casa-famiglia per i disabili e a seguito di una lite con la mamma adottiva, il bambino sparisce. Viene chiamata la polizia, arrivano squadre a perlustrare la zona e persino dei medium per rintracciarlo, ma invano. La madre a quel punto si convince che gli amici del figlio non erano poi così immaginari e pensa che vogliano giocare con lei a caccia al tesoro, dove il tesoro è appunto il bambino. Degli indizi sembrano infatti ricondurla a questa inquietante strada. Non vado oltre nel racconto, il film è bello e le atmosfere sono assolutamente coinvolgenti. Finale sadico.
Category: 0 comments

Vuoi laurearti?

Adesso mi rendo bene conto che sì, c'è qualcosa da correggere nel nostro sistema universitario.
Mi trovo al primo anno di laurea specialistica in Sistemi per il Trattamento dell'Informazione...una delle lauree informatiche che si possono prendere a Torino. Bene, sappiate che una condizione necessaria non sufficiente per ottenere suddetta laurea è seguire un corso di nome "Psicologia della Comunicazione".
Questo UTILISSIMO corso insegna a noi studenti informatici, che viviamo nel mondo dei computer e vogliamo avere una preparazione migliore rispetto ad altri per poter affrontare il mondo del lavoro, il comportamento, l'evoluzione e il modo di comunicare di animali come questo


Questa bestiola è un cercopiteco. Ho imparato che questi animali hanno più difficoltà a comunicare rispetto a noi umani PERCHÉ NON SANNO PRONUNCIARE LE CONSONANTI! (Altrimenti ci sopraffarebbero con il loro linguaggio non nasalizzato e le loro zanne accuminate???)
Per nostra fortuna non sono in grado di farlo, perciò devono mantenere stretti legami sociali con i loro simili all'interno del branco. Volete sapere in che modo? Beh, la coesione di gruppo è mantenuta grazie al SOCIAL GROOMING, ovvero una serie d'attività di interazione fisica basate sul reciproco grattarsi, spulciarsi e pettinarsi il pelo.
Ho studiato bene, vero?
Signore e signori...benvenuti a Informatica!!!

Cappuccett Red

Tant ma tant temp ago, ce stava 'na little Cappucciett Red.
One mattin her mamma dissed: "Dear Cappucciett, take this cest to the nonn but warning to the lup that is very ma very kattiv! And torn prest! Good luck! And in boc at the lup!"
Cappucciett didn't capl very well this ultim thing but went away, da sol, with the cest.
Cammining cammining, in the cuor of the forest, at a cert punt she incontered the lup, who dissed: "Hi! Piccula piezz'e girl! 'Ndove do you go?"
"To the nonn with this little cest, which is little but it is full of a sacc of chocolate and biscots and panetons and more, more, more and mirtills" she dissed.
"Ah, mannagg 'a maruschella" (maybe an expression com: what a cul that I had) dissed the lup, with a fium of saliv out of the bocc.
And so the lup dissed: "Beh, now I dev andar because the telephonin is squilling, sorry!"
And the lup went away, but not very away, but to the nonn's house...
Cappucciett Red, who was very ma very lent, lent un casin, continued for her sentier in the forest.
The lup arrived at the house, suoned the campanel, entered, and, after saluting the nonn, magned her in a boccon!
Then, after sputing the dentier, he indossed the ridicol night berret and fikked himself in the let.
When Cappucciett Red came to the fint nonn's house, suoned and entered.
But when the little and a bit stupid girl saw the nonn (non was the nonn, but the lup, ricord!) dissed: "But nonn, why do you stay in let?"
And the nonn-lup: "Oh, I've stort my cavigl doing aerobics!"
"Oh, poor nonn!", said Cappucciett (she was more than a bit stupid, I think. wasn't she?)
Then she dissed: "But what big okks do you have? Do you bisogn some collir?"
"Oh, no! It's for see you better, my dear stupid little girl" dissed the nonn-lup.
Then Cappucciett, who was more dur than a block of marm: "But what big oreks do you have, do you have the orekkions?"
And the nonn-lup: "Oh, no! It is to ascolt you better"
And Cappucciett (that I think was now really rincoglionited) said: "But what big dents do you have!"
And the lup, that at this point wanted to dir: "Cossi ti mai?" (maybe an expression com: to buy to you the little machine, never) dissed: "It is to magn you better!" And magned really tutt quant the poor little red girl!
But (ta dah!) out of the house a simpatic, curious and innocen cacciator of frodo (maybe a city near there) sented all and dissed: "Accident! A lup! Its pellicc vals a sac of solds"
And so, spinted only for the compassion for the little girl, butted a terr the kils of volps, fringuells and conigls that he had ammazzed till that moment, imbracced the fucil, entered in the stanz and killed the lup.
Then squarced his panz (being attent not to rovin the pellicc) and tired fora the nonn (still viv) and Cappucciett (still rincoglionited).
And so, at the end, the cacciator of frodo vended the pellicc and guadagned (Honestly) a sacc of solds.
The nonn magned tutt the leccornies in the cest.
Cappucciett red..
beh!, let her stay, because she had capit.
And so, everybody lived felix and content (maybe not the lup!).

L'ho finito!!!


Libro discreto, una storia bella nel complesso, ma che trova nei suoi personaggi due figure incerte che a volte mi hanno lasciato perplesso. L'ho letto un po' controvoglia perchè non mi ha appassionato più di tanto, ma alla fine ce l'ho fatta! Speravo comunque in un finale migliore.

Zinema zinema zinema!!!

Babylon A.D.: all'inizio sembra un videogioco diviso per livelli. Recati in questo posto, prendi l'auto e preleva la ragazza, infine portala a New York. Sono i compiti che deve svogere un mercenario con le palle chiamato Toorop (alias Vin Diesel) in cambio di soldi e libertà. Poi la storia si fa intrigante, vengono coinvolte sette religiose, la ragazza da trasportare porta con sè un segreto grandissimo e l'ambientazione rende il film veramente interessante. Basti pensare che il film è ambientato tra Kazakistan, Mongolia, Russia e Stati Uniti passando per lo stretto di Bering in un mondo del futuro che conserva tante cose del passato. Consigliato

Tropic Thunder: Buahahahah! Ben Stiller mi fa scassare! La trama del film è semplice, ci sono tre attori famosi che devono girare un film di guerra, ma sono delle checche. Il regista decide di mandarli in mezzo alla giungla del Viet-Nam sprovvisti di tutti i loro vizi e di girare lì il film. Purtroppo, vengono individuati da un'organizzazione di fabbricanti di droga che li attacca e rapisce uno di loro. Convinti di essere ancora in un film cercano di uscire dalla situazione. Guardatevelo e fatevi due risate!

The Mist: un film angosciante! In una tranquilla cittadina americana si abbatte un forte temporale. Il mattino seguente, una strana nebbia avvolge la zona. Chiunque si ritrovi all'interno della nebbia viene ucciso in qualche modo. Purtroppo non si vede niente, si sentono solo le urla di chi muore. Alcune persone ritrovatesi all'interno di un supermercato, vista la situazione decidono di blindarsi al suo interno e di rimanere lì utilizzando le scorte di cibo più che sufficienti. Iniziano però a comparire dei mostri, degli animali insoliti che riescono anche a fare irruzione all'interno del negozio. Le persone respingono gli attacchi in qualche modo, ma una visionaria inizia a predicare l'apocalisse. É il caos. Alcuni intrepidi cercano invano di uscire dal negozio e cercare aiuto. L'intero film è raccontato in maniera moooolto lenta, e a tratti l'ho trovato pure noioso. Il finale è veramente cattivo. Consigliato

Zohan - Tutte le donne vengono al pettine: bellissimo!!! É la storia di un militare anti-terrorista israeliano che ha doti mooolto particolari. Stufo del suo lavoro, si finge morto per andare negli Stati Uniti e realizzare il suo sogno...diventare un parrucchiere di successo. Son stato piegato per un'ora e mezza dalle risate! Guardatelo!!!
Category: 0 comments

Silvio, i capelli li devi alla ricerca!


Le foto si riferiscono alla manifestazione di Torino, oggi 30/10/2008

Oggi su L'Unità un discorso di Piero Calamandrei, scritto nel 1950, in un'Italia che aveva appena sconfitto il fascismo
Oggi su Repubblica, relativo allo scandalo degli scontri di ieri a Roma
Oggi su La Stampa, cronaca della manifestazione di Torino

Sono contento per la partecipazione, che è stata notevole, sono contento che nessuno si sia fatto male, perchè è stata una manifestazione pacifica e sono contento di aver visto in piazza anche i maestri e i bambini delle scuole elementari, i professori e gli studenti delle scuole superiori, un sacco di studenti universitari, professori e ricercatori.
Eravamo tantissimi, non lo potete negare!
Non sono contento perchè nonostante tutti gli sforzi e le dimostrazioni, questo governo non ci ascolta e prosegue per la sua strada, continua a sostenere che la sinistra ha fatto una campagna di disinformazione volta a screditare l'azione di governo. Imparate ad ammettere i vostri errori, non gettate fango su chi non ha fatto niente!

E con quest'ultima frase mi rivolgo a coloro che alle ultime elezioni hanno votato Berlusconi: "So che c'eravate anche voi oggi, e che avete protestato al nostro fianco contro questo governo. Ormai la frittata l'avete fatta, e mo ce lo teniamo fino a fine mandato (a meno di un clamoroso colpo di stato). Alle prossime elezioni però, ricordatevi delle stronzate che combinano gli innumerevoli governi Berlusconi che hanno portato alla rovina l'Italia fino ad oggi. Alle prossime elezioni non fatevi abbindolare da frasi fatte e false!"

Il liberismo ha i giorni contati

E’ difficile resistere al Mercato, amore mio
Di conseguenza andiamo in cerca
di rivoluzioni e vena artistica
Per questo le avanguardie erano ok,
almeno fino al ’66
Ma ormai la fine va da sé
E’ inevitabile
Anna pensa di soccombere al Mercato
Non lo sa perché si è laureata
Anni fa credeva nella lotta,
adesso sta paralizzata in strada
Finge di essere morta
Scrive con lo spray sui muri
che la catastrofe è inevitabile

Vede la fine in metropolitana,
nella puttana che le si siede a fianco
Nel tizio stanco
Nella sua borsa di Dior
Legge la fine nei saccchi dei cinesi
Nei giorni spesi al centro commerciale
Nel sesso orale, nel suo non eccitarla più
Vede la Fine in me che vendo dischi
in questo modo orrendo
Vede i titoli di coda nella Casa e nella Libertà

E’ difficile resistere al Mercato, Anna lo sa
Un tempo aveva un sogno stupido:
un nucleo armato terroristico
Adesso è un corpo fragile
che sa d’essere morto e sogna l’Africa.
Strafatta, compone poesie sulla Catastrofe

Vede la fine in metropolitana,
nella puttana che le si siede a fianco
Nel tizio stanco
Nella sua borsa di Dior
Muore il Mercato per autoconsunzione
Non è peccato, e non è Marx & Engels.
E’ l’estinzione, è un ragazzino in agonia.
Vede la Fine in me che spendo soldi
e tempo in un Nintendo
dentro il bar della stazione
e da anni non la chiamo più.

Perchè protestiamo, contro chi e quando!

Lo so, di solito non parlo di politica, al massimo faccio un po' di ironia! Questa volta mi spingo oltre e provo a fare informazione...raramente è successo su questo blog, ma stavolta ce n'è bisogno davvero in vista degli appuntamenti che ci vedranno coinvolti il 28 ottobre (forse la Gelmini si sta cacando sotto e diserta) e il 30 ottobre (sciopero generale della scuola e relativa manifestazione), per poi passare alle lezioni in piazza che vedranno il sottoscritto coinvolto a Novembre.

Riporto di sotto il contenuto di uno dei tanti volantini che mi sono capitati sotto mano durante la manifestazione del 10 ottobre...mi sembra abbastanza completo e comprensibile:

Il decreto di cui si sta tanto parlando in questo periodo penalizza l'Università italiana (statale, sia chiaro) per tre semplici motivi:
  1. POSSIBILITÀ DI TRASFORMAZIONE DELLE UNIVERSITÀ IN FONDAZIONI:
    Detto in parole più semplici: possibilità di privatizzare gli atenei con trasferimento di TUTTI i relativi immobili alla fondazione tramite semplice delibera del Senato Accademico (il massimo organo decisionale dell'Università). In quanto privata una fondazione NON HA ALCUN LIMITE DI LEGGE sulle tasse universitarie. Come ben sapete o potete immaginare un anno all'Università non costa realmente quei 1500€ di tasse che paghiamo attualmente ma all'incirca 8000€ (la differenza è coperta dallo Stato). E se in un futuro prossimo un ateneo istituisse una retta annua di 15000€? Chi li ha potrà continuare a studiare. Gli altri si dovranno arrangiare. L'Università è PUBBLICA e tale deve rimanere: deve contare il merito e non il reddito!

  2. TAGLI GRAUDALI ED INDISCRIMINATI AL FONDO FINANZIARIO ORDINARIO (quello che lo Stato dà ad ogni Università affinchè funzioni):
    "In relazione a quanto previsto dal presente comma, l'autorizzazione legislativa di cui all'articolo 5, comma 1, lettera a) della legge 24 dicembre 1993, n. 537, concernente il fondo per il finanziamento ordinario delle università, e' ridotta di 63,5 milioni di euro per l'anno 2009, di 190 milioni di euro per l'anno 2010, di 316 milioni di euro per l'anno 2011, di 417 milioni di euro per l'anno 2012 e di 455 milioni di euro a decorrere dall'anno 2013." (Articolo 66, comma 13)
    TOTALE: 1.441.000.000 euro in meno in 5 anni

  3. INTERRUZIONE DEL TURN-OVER. PER RISPARMIARE NEI PROSSIMI ANNI, OGNI 5 PROFESSORI CHE ANDRANNO IN PENSIONE 1 SOLO POTRÀ ESSERE ASSUNTO. Conseguenze: minore offerta formativa e invecchiamento corpo docenti; Cosri di di studio rischiano di sparire; ambienti e servizi agli studenti diverrannno sempre più scadenti. Gli effetti negativi saranno immediati...per non parlare dei danni a lungo termine quali la costrizione a concludere gli studi o andare a lavorare all'estero alla ricerca di una necessaria stabilità lavorativa ed economica.
Tagliare sull'Università vuol dire tagliare sul futuro di un intero paese...
Senza una buona ricerca universitaria non si avrà una buona didattica e viceversa
Senza una buona Università non c'è sviluppo economico, sociale, intellettuale e tecnologico per tutto il paese.

Lo screen-shot sotto riporta la prima pagina del sito web del mio dipartimento



Sia chiaro che la Gelmini è solo il capro espiatorio della vicenda...sostanzialmente quella che ci sta mettendo la faccia! Tutto è partito dalla riforma finanziaria fatta indovinate da chi? Il solito e immancabile...signor Tremonti!

Torniamo a livelli un po' più decenti

Wall-E: film d'animazione veramente molto apprezzabile. Wall-E è un robottino che raccoglie l'immondizia. Quando gli umani hanno abbandonato il pianeta Terra per via dell'inquinamento insostenibile, se lo sono dimenticati acceso. Il povero robottino ha dunque continuato il suo lavoro per molti anni. Un giorno però, una navicella mandata dagli umani, lascia sul pianeta un robot, incaricato di cercare forme di vita. Wall-E cerca di stringere amicizia col nuovo compagno, ma purtroppo la sua missione li porta nella navicella spaziale dove si sono rifugiati gli umani. Qui la nostra specie viene identificata in esseri obesi che viaggiano tutto il giorno su delle poltrone automatiche, sono sempre occupati a mangiare, a seguire incoscientemente le nuove mode e sono perennemente collegati a un programma di messaggistica istantanea. Dipendono in tutto e per tutto dalle macchine, e non sanno più che cosa siano gli animali o le piante. Un film molto critico sullo stato attuale della società, poi la qualità che hanno raggiunto i film di animazione oggi lo rende ancora più realistico. Consigliato.

Burn After Reading - A prova di spia: i protagonisti sono un cd e una tizia che vuole farsi un intervento di liposuzione. Un agente federale viene cacciato dal proprio posto di lavoro. Esausto e incazzato decide di passare il resto dei propri giorni scrivendo le sue memorie. Purtroppo perde il cd dove erano salvate, che poi viene ritrovato in una palestra. I dipendenti che l'hanno trovato non riescono a trattenere la curiosità e ne guardano il contenuto. Pensando che si tratti di materiale segreto, rintracciano il proprietario e chiedono di farsi pagare una somma per riaverlo. L'obiettivo per la vecchiaccia della palestra è sto cacchio di intervento chirurgico. Purtroppo il proprietario non ci sta, allora cercano di ripiegare proponendo la vendita all'ambasciata russa. Da qui entrano in un casino di guai e se la devono vedere con le agenzie federali americana e russa. In sostanza un film non esaltante. Notare il numero di volte che viene pronunciata la battuta "Ma che cazz..." (non ho censurato dicono proprio così).

Che la fine abbia inizio: un professore di liceo si innamora di una sua studentessa. É talmente invaghito della ragazza che decide di uccidere chiunque tenti di impedirgli di vederla. Una sera fa irruzione in casa della ragazza e la poveretta nascosta, assiste impotente alla morte dei propri genitori. Questa esperienza la segna per tutta la vita, ogni notte continua ad avere incubi. L'insegnante intanto viene rinchiuso in carcere e la ragazza cerca di rifarsi una vita. Quando le cose sembravano andare per il meglio ecco che purtroppo l'insegnante evade di prigione e va alla ricerca della ragazza. Una storia che mi è piaciuta abbastanza, ma che purtroppo come ogni film dell'orrore contiene scene e situazioni assurde alle quali è difficile credere. Perchè quando l'assassino deve ammazzare un attore/attrice non protagonista ci mette due secondi, mentre quando deve fare la stessa identica cosa con l'attore/attrice protagonista, o non la fa o impiega secoli???

The Rocker - Il batterista nudo: Rob Fisch è il batterista eccentrico di una band chiamata "Vesuvius". A questi viene offerta la possibilità di avere un contratto milionario a patto di cacciare il povero Rob dalla band. Senza di lui diventano milionari e dopo 20 anni di carriera sono una delle band più famose al mondo. Rob nel frattempo fa lavori sedentari ma ogni volta che sente la loro musica in ufficio spacca tutto, per questo viene licenziato diverse volte. Tutto ciò accade fino a quando suo nipote, tastierista in una band di ragazzi, gli "A.D.D.", che sognano di diventare famosi, gli chiede di prendere parte al loro gruppo per una sera. I ragazzi apprezzano il suo talento ma ritengono che abbia dei comportamenti esagerati per una band amatoriale. Un video finito casualmente su Youtube, nel quale il batterista compare nudo durante delle prove, fa diventare famosi gli "A.D.D.". Un contratto con una casa discografica permette loro di andare in tournee, di girare il loro primo video e fare la vita da rockstar...ma eventi inaspettati mettono a dura prova la solidità della band. Guardatelo, è bello!
Category: 0 comments

Il mio week-end

Questo fine settimana ha avuto per il mio stomaco notevoli risvolti. Sono arrivati dolciumi dalla Sicilia di cui vi propongo le immagini perchè sono bastardo dentro. In più ieri, domenica, c'è stata una fiera del tartufo ad Aramengo (AT)...esiste davvero ed è in culo ai lupi...ecco perchè si dice andare a...ramengo. La tartufata più che altro è stata una mangiata notevole con assaggi di vini. Alla facciazza vostra! Buahahahahahaha!!!

Questi sono dolci fatti interamente con pasta di mandorle



E questa è una bella cassata siciliana stracarica di ricotta

Buon appetito!!!

Ah! ah! ah! ah! ah!

Questo è completamente andato...

Vi prego, cliccate sulla foto in basso e leggete bene quello che sto tizio mette in vendita su ebay.

Certo che ce n'è di gente che sta fuori con la testa. Comunque avrei un paio di appunti da fare riguardanti l'inserzione.
  1. Per il pagamento è accettato solo il bonifico bancario, niente paypal...viene scomodo dall'inferno fare un bonifico
  2. La spedizione e imballaggio sono gratis, e questo l'ho apprezzato
  3. Servizio: ritiro in zona...eh, ma Satana non penso che abiti in provincia di Massa, metti almeno la possibilità di fare una raccomandata. Poi sarà talmente indaffarato con altre migliaia di anime che mica può venire fino a casa tua a prendersela!
  4. spedizione assicurata non offerta...e se rubano l'anima durante il tragitto Massa-Inferno? Chi mi rimborsa i 50.000€ di spesa? Fossi Satana mi arrabbierei parecchio
Comunque spero per te che non abbia speso dei soldi (visto che di solito le inserzioni di ebay si pagano) per scrivere sta menata

Mi preparo alla morte

Sabato sera è stato attribuito a uno che legge questo blog (cerco di rimanere sul vago) un soprannome assai curioso, in quanto ritenuta una persona acida...il soprannome in questione è KIWI.
Lascio ignote le identità dei creatori del soprannome e del logo, ma vi do un suggerimento sulla persona alla quale faccio riferimento. La foto è pixellata, ma si riconosce lo stesso.


So che sarò il capro espiatorio della vicenda in quanto sto pubblicando quest'immagine, perciò saluto questo mondo dicendo a tutti che è stato veramente un piacere conoscervi, vi ringrazio di tutto e sappiate che vi voglio bene.

Beppazzo

Film orribili

Ecco una bella serie di film che fanno veramente schifo

Decameron Pie:
classico film in stile American Pie, ambientato questa volta nel medioevo. Ci sono cavalieri, ladri, principi, principesse, preti e suore che vogliono trombare...che altro? Gira e rigira si rivedono sempre le stesse cose, e con un lieto fine del cazzo...sinceramente non ve lo consiglio.

Postal: Una comicità che non ho apprezzato, veramente troppo demenziale. Fa schifo.

Black Sheep - pecore assassine: chi è il malato che ha pensato a una storia del genere? Secondo me qualche pastore sardo al quale una pecora deve aver dato buca. Riassunto schematicamente: esperimenti su pecore->pecore assassine->chi viene semplicemente morso e non ucciso diventa un pecorone->pecore che inchiappettano uomini->uomini che inchiappettano pecore.
Finale col botto, i protagonisti devono distruggere tutto il gregge di pecore assassine. Il colpo di genio? Le pecore scorreggiano gas metano, quindi viene lanciato un accendino in mezzo al gregge...e babum! Ah, anche un cane viene morso, quindi inizia a belare...paura, eh? Sconsiglio vivamente a tutti tranne a simovinci e gush.

Shroom - Trip senza ritorno: l'inizio promette bene. Dei ragazzi partono dall'America per andare in Irlanda, fare un campeggio pirata e spararsi di funghi allucinogeni. Ovviamente gli imbecilli che hanno fatto il film dovevano mettere l'elemento horror quando invece potevano prendere benissimo spunto da una puntata di South Park in cui Kenny si faceva un trip favoloso. Ma pace, l'hanno fatto così, perciò vi devo anticipare che la protagonista mangia un fungo velenoso che le da il dono della preveggenza (quando nel 99,99% dei casi doveva morire), e che le permette di vedere le morti dei propri amici (fatti a tal punto da parlare con una mucca). Non si sa perchè quando inquadrano la collina in cui si trovano i protagonisti si vedono solo alberi, mentre verso fine film sbuca una palazzina alta almeno 5 piani con un cortile notevole (l'avranno costruita lì sul momento...). Comunque boh, noterete dalla voglia che ho di raccontarvelo che mi ha fatto proprio cagare. Fine.
Category: 4 comments

Scienze MFN...entra a tuo rischio!

Contesto: iscrizione laurea magistrale, segreteria di via S.Croce

Entro alle 13.45, pesco numero 74...siamo al 53. Dopo un solo quarto d'ora di apertura avevo già 21 persone davanti. Ovviamente un solo sportello aperto. Mi metto l'anima in pace e spero di riuscire a passare prima dell'orario di chiusura. Le ore passano, Giovanni cresce (non c'entra niente, lo so)...ore 15.00 siamo al numero 70. Sono lì che sbavo davanti allo sportello...non vedo l'ora.
Ore 15.15...siamo ancora al numero 70...ragazza imbecille non riesce a capire le istruzioni per iscriversi sotto condizione, quindi chiede in segreteria. La segretaria, con una gentilezza mai vista in quei luoghi, risponde correttamente. Ragazza non capisce, ripete domanda. Sergretaria armata di pazienza, ri-ripete. La ragazza proprio non ci arriva, "ma quindi sono sicura che mi posso laureare senza pagare?"...segretaria, stavolta armata di kalashnikov (chissà quante visite riceverò per questo), costringe la ragazza a scrivere i propri dati su un foglio per accertarsi dell'intelligenza dell'interlocutrice, e la fa inginocchiare su dei ceci in un angolino. Intanto fa passare il prossimo...ore 15.25...numero 71, forse intimorito dalla pazza dietro lo sportello, non si presenta...numero 72! Arriva il furbo...manco chiede quello che gli serve che comincia a lamentarsi, senza curarsi del fatto che dietro di lui ci sono orde di studenti assatanati (tra cui il sottoscritto) che attendono impazienti il proprio turno. "Eh..ma io vado a lavorare! non è possibile! è la 5° volta che torno!"...ok, hai tutte le ragioni di questo mondo, lo farei anch'io, ma non ora! C'è troppa gente, un solo sportello e la segretaria è già nervosa per prima!!!...discutono animatamente e alla fine il tipo se ne va senza ottenere risultati. Ha vinto di nuovo la segretaria. Intanto scappa anche il numero 73...tocca a me! Mi avvicino con fare incerto e il doberman è lì che mi aspetta.

"Lei che vuole?"
"Ehm...is...isc..iscrivermi per la magistrale"

"Ha i moduli?"
(orgogliosamente tiro fuori chili di fogli e glieli sbatto davanti...si intenerisce)

"Oh, ma ha stampato anche i certificati di laurea! Non c'era bisogno, lo facevamo noi!"
"Si figuri"

Sento dietro di me i sospiri di sollievo degli altri studenti, lieti del fatto che l'animale ha ripreso sembianze e comportamenti umanoidi.
Raccoglie i fogli, mi strizza l'occhio (???) e come una commessa in un negozio di alimentari mi chiede: "desidera altro?"
Avevo letto che erano pronte le pergamene per i laureati, colgo l'occasione...
I sospiri che sentivo prima si trasformano in tosse, raucedine improvvisa, e inspiegabilmente sento freddo. La segretaria intanto sparisce, mi volto...facce incazzate. Temo il peggio. Aspetto. Finalmente arriva. Mi viene consegnata una pergamena 50x30, in un contenitore che è 2 metri x 2! User-friendly e comodo da trasportare soprattutto se viaggi in pulman. Non mi lamento, scappo via.
Purtroppo so che dovrò tornare lì un giorno...

Back to Uni...what happened...what happens...what's gonna happen

Ho lasciato l'Università ad Aprile, dopo la laurea, con l'intento di scoprire nuovi lidi, nuovi mondi...visto, fatto, lavorato, tutto bellissimo...ora basta. Torniamo alla normalità...e che normalità!

Ieri: iscrizione in segreteria...dedicherò un post a riguardo.

Oggi: si è laureato Gush...il che di per sè costituisce un evento di portata mondiale. Il dipinfo era pieno di figure di He-Man, guerrieri vichinghi laureati, baffi Moretti e mostri asciuti, tutti con la faccia del suddetto dottore. Festa a base di prosecco, moscato (era moscato?), salatini, snack alle cipolle, birre del Lidl e pizze di Citrano. Partite a bang e cazzeggio a fiumi...mi siete mancati.

Domani: evento al pdf, ragazze ovunque! Non so perchè e non lo voglio sapere...si sono trasferite da noi studentesse di infermieristica, spero definitivamente. Tenteremo scambi culturali, prospettive interessanti.

Red Bull Soap Box Race

Ieri si è svolta a Torino la seconda Red Bull Soap Box Race. So che avremmo dovuto partecipare, e sinceramente dopo averla vista il rimpianto è ancor più grande. Però ci siam pisciati dalle risate a vedere venir giù da quella discesa tutti quei veicoli strambi e per niente affidabili. Ce n'erano alcuni il cui equilibrio era veramente precario! Non ho visto la premiazione perciò non ho la più pallida idea di chi abbia vinto. So solo che secondo me i migliori sono stati questi qua sotto:




Per vedere gli altri strampalati cliccate l'immaginina, vi rimanda all'album...

Red Bull Soap Box Race

English from fear

Lodevole...anzi lodevolissima iniziativa di un gruppo di ragazzi che hanno deciso di raccogliere su un blog tutte le traduzioni più improbabili di frasi dall'italiano all'inglese.
Già il nome del blog è tutto un programma...english from fear (inglese da paura). Qui ci sono alcuni esempi di quello che potete trovare:

-We aren't combing the dolls
-Non stiamo a pettinare le bambole

-At eye and cross
-A occhio e croce

-All makes soup
-Tutto fa brodo

-May I speak Popely Popely?
-Posso parlare papale papale?

-In four and four eight
-In quattro e quattr'otto

-I don't compute you
-Non ti calcolo

-Sailed woman
-Donna navigata

-Just to put the small dots on the i's
-Giusto per mettere i puntini sulle i

-Sorry, I don't chew english
-Mi spiace, non mastico l'inglese

-Condoms' theatre
-Il teatro di Goldoni

-But give!
-Ma dai!

-To lemon
-Limonare

-But make me the pleasure!
-Ma fammi il piacere!

-Excuse if it's few
-Scusa se è poco

-Laugh laugh that mom made the potato dumplings
-Ridi ridi che mamma ha fatto gli gnocchi

Questo è solo un assaggio! Per il resto, vi consiglio di visitare il blog
http://englishfromfear.blogspot.com

L'evento dell'anno

Altro che Maccio Capatonda...beccatevi sto trailer...fa scassare!



Assolutamente da vedere!!!

Beppazzo vs. Windows Vista: guardare le foto

Avete mai provato a sfogliare semplicemente delle foto con sto cacchio di Winzozz? Bè, io purtroppo sì...e devo dire che non è stata un'esperienza piacevole. Quando volete sfogliare delle foto, con XP esiste la funzione "Visualizza Anteprima" che è utilissima e funziona benissimo. Su Vista l'hanno ripresa, cambiata graficamente, e in più se nella cartella in cui scorrete le foto c'è un video, lui ve lo visualizza in anteprima. "Figata, direte voi", è quello che ho pensato anch'io quando l'ho visto, peccato che si pianta una volta su due. 'Nammerda insomma. Il sistema tenta, si sforza di riprodurre i video, ma non ce la fa. Sta funzionalità sarà pure utile, ma è stata implementata di merda, consuma talmente tante risorse al pc, che puntualmente si pianta. Il rimedio potrebbe essere..."torno indietro di una foto"...eh, no! Troppo facile! Il pc ti risponde "impossibile visualizzare". Puoi tentare di chiudere l'applicazione...macchè! Devi proprio killare il processo! Ctrl+Alt+Canc poi Task Manager e via! Eseguita l'operazione attendi che il pc si risvegli, si chiudono tutte le finestre, le icone spariscono magicamente dal desktop (un gioco di prestigio al quale Windows ormai ci ha abituati parecchio), e mentre sei lì che stai meditando se veramente farti quel caffè o aspettare che il pc torni in vita, ecco il risveglio.
Anno 2008, pc con processore Dual Core, 2Gb di RAM, Windows Vista montato sopra...volevo solo vedere qualche foto.

Critiques

Hancock: un barbone supereroe...è questa la prima impressione che dà Hancock. Film ambientato a Los Angeles, città con alto tasso di criminalità. Quando succede qualcosa interviene Hancock appunto, un essere dotato di super-poteri, in grado di volare e con una forza assurda. In teoria dovrebbe essere visto da tutti come un eroe, poichè salva le vite delle persone, sventa le rapine e i furti. Purtroppo ogni volta che interviene, causa notevoli danni strutturali alla città, è sempre ubriaco e la gente lo disprezza, addirittura lo insulta. Questo accade finchè non conosce Ray, un giovane e intraprendente PR, che vuole rilanciare la sua immagine e farlo diventare un supereroe apprezzato dalle persone. Il piano funziona, ma a quel punto entra in scena la moglie di Ray, un personaggio che sembrava avere un ruolo secondario all'interno del film, e causa risvolti notevoli alla storia che però non sto a raccontarvi se no vi rovino tutto. Godetevi il film, è bello.

Io vi troverò: lui vi troverà. Un padre incazzato, una figlia rapita mentre era in vacanza a Parigi. Lui che ascolta via telefono il rapimento in diretta, e una frase: "Io non so chi siete, non so che cosa volete, se cercate un riscatto sappiate che non possiedo denaro, però io possiedo delle capacità molto particolari che ho acquisito durante la mia lunga carriera che fanno di me un incubo per gente come voi. Se lasciate andare mia figlia la storia finisce qui, non verrò a cercarvi, non vi darò la caccia, ma se non lo farete, io vi cercherò, vi troverò, e vi ucciderò"
Una babumba impressionante di esplosioni, morti e distruzione, il tutto ambientato nell'elegante Parigi. Film d'azione molto coinvolgente, e ho apprezzato tantissimo il fatto che non c'è neanche una scena al rallenty. Consigliato.

The Ten - I dieci comandamenti come non li avete mai visti: sinceramente mi ha fatto cacare e mi sono anche addormentato. É una rivisitazione in chiave moderna dei 10 comandamenti, rappresentati ognuno da una storia diversa. Sinceramente un film bizzarro, le 10 storie sono mooolto demenziali, ma è un tipo di comicità che solitamente si trova sotto le scarpe. I protagonisti delle diverse storie andando avanti nel film si incrociano, ma il tutto avviene sempre per motivi veramente futili o veramente schifosi. Finisce che tutti cantano una canzone e sono felici e contenti. Bleah!

Doomsday: catastrofico. In Scozia un terribile virus (l'ennesimo) sta distruggendo la popolazione scatenando morti, violenze, stupri e cannibalismo. Per evitare che tale virus si diffonda nel resto del Regno Unito, tutta la Scozia viene isolata con un muro alto 9 metri, invalicabile e sorvegliatissimo. Circa 30 anni dopo (nel 2035), il virus compare a Londra. Delle foto scattate dal satellite mostrano delle persone vive a Glasgow e i politici inglesi, convinti che in Scozia ci siano dei sopravvissuti perchè qualcuno ha trovato una cura, decidono di mandare una task-force a cercare il vaccino. Dall'altra parte del muro, i soldati trovano una società completamente allo sbando, Glasgow è abitata e governata da dei punkabbestia (divertentissimi), mentre un'altra parte della popolazione si è trasferita in un castello lontano dalla città, tornando così alla vita e ai costumi medievali. Diciamo che come al solito ci risiamo, nel senso che questo è il solito film dove si trova morte e distruzione causati da un virus, e ci sono i soliti eroi che devono salvare il mondo. Di positivo c'è che gli avvenimenti si susseguono abbastanza velocemente, perciò la visione non è affatto noiosa. Se vi piace il genere guardatelo.
Category: 1 comments

Beppazzo vs. Windows Vista: Internet Explorer

Con l'intento di leggere la posta elettronica mi trovo su un pc che ha come browser solo Internet Explorer 7. Decido di fare un tentativo e di utilizzarlo lo stesso, anche se la mia coscienza mi dice di cambiare aria e di iniziare a fare qualche rito magico per allontanare le sciagure che un utilizzo di questo browser potrebbe causare.

IE: "Ciao, benvenuto! Io sono Internet Explorer 7! Sono il migliore e ti aiuto a navigare su Internet"
B: Piacere, Beppazzo.

IE: "Ti piace questa home page?"
B: No, posso cambiarla?

IE: "Sì, però non qui. Devi farlo dal menù"
B: Va bene. (setto Google)...fatto.

IE: "Ok, premi il pulsante casetta per visitare la homepage da te impostata"
B: Non ci vuole una scienza per capirlo...

IE: "Vuoi che attivo il blocco pop-up?"
B: Sì

IE: "Vuoi che attivo il filtro anti-phishing?"
B: Ehm...boh? Sì

IE: "Vuoi che attivo la protezione dai malware?"
B: Cacchio ne so! Voglio navigare!

IE: "Vuoi installare la toolbar di Google?"
B: No! (faccio notare che questo avviso compare solo su IE e non sugli altri browser)

IE: "Vuoi che ti salvo automaticamente le password così le mando a papà Bill?"
B: Non ci provare

IE: "Vuoi che attivo la funzione di completamento automatico?"
B: Non mi serve, grazie.

IE: "Vuoi compilare un questionario?"
B: No, non ho voglia.

IE: "Guarda che serve a migliorare me stesso!"
B: Tu capire me?

IE: "0100011100010111000..."
B: Di nuovo l'autodistruzione??? Aiuto! Firefooooox!!!

Beppazzo vs. Windows Vista: le chiavette USB

Continua l'epopea che vede come protagonista il sottoscritto, e il fantomatico Windows...sVista. Anzi...sviste...e parecchie.
Quest'oggi narriamo le difficoltà che si possono incontrare nel tentativo di collegare una comunissima chiavetta USB al pc...senza effettuare alcun traferimento dati. Solo collegamento.
Il plug avviene senza problemi...almeno quello è a livello hardware. La palla passa ora al sistema operativo.
"Zzzzz...eh? Ehi! Qualcuno ha inserito qualcosa in una porta USB! Amministratoreee! Che cacchio succede?"...come ben saprete basta cliccare su OK e avrete i privilegi di amministratore del sistema. Quando si dice..la sicurezza. "Ciao amministratore! Qualcuno ha inserito qualcosa dentro di me! Sei stato tu?"...no, è stata la Fata Turchina!
"Qualsiasi cosa sia non la conosco, devo cercare i driver su internet?"...e qui mi chiedo...siamo nel 2008, il sistema operativo è recentissimo, sto usando una comunissima chiavetta da 1Gb...e non me la riconosci??? Va bè, cercati sti cacchio di driver!
"Ho trovato i driver...è una chiavetta da 1Gb della Kingston, ottima scelta!"...zitto e lavora che mi stai facendo perdere tempo. "Potrebbero esserci dei problemi con dei file all'interno di questo dispositivo. Può succedere qualcosa se rimuovi il dispositivo prima che tutti i file siano stati completamente trasferiti su di esso. Faccio la scansione completa dei file?"...non è possibile. É la prima volta che lo collego a questo pc, e comunque i file all'interno stanno benissimo. Non fare niente che non serva! Voglio solo leggere i file!!! "Attenzione, qualcuno sta tentando di accedere a un dispositivo esterno. Glielo devo permettere?"...Sono sempre io! L'amministratore! Possibile che tutte le volte ti debba dire sempre le stesse cose?
"Ci sono diversi file nel dispositivo. Vuoi ascoltare la musica? Guardare le foto? Fare una scansione antivirus? Masterizzare su cd? Un caffè? O vuoi vedere i file?"...mi sembra di stare in un call-center dove devi premere il tasto a seconda delle tue esigenze...
Comunque, dopo questi SEMPLICI e VELOCI passaggi riesco ad accedere ai file. Guardo quello che dovevo guardare e procedo alla rimozione della chiavetta. "Attenzione. Qualcuno vuole rimuovere un dispositivo. Procedere?"...Incacchiato come una iena, prendo la chiavetta e la stacco a mano.
"Attenzione...tra 10 secondi il sistema si autodistruggerà"....viaaaaaa!!!!

Biting movies

Sex list - omicidio a tre: io l'avrei intitolato "omicidio a TE"...a te che vai al cinema a vederlo. Veramente non mi è piaciuto. Comincia molto lento, molto palloso...poi iniziano a trombare...voi direte..."ah, ma allora qualcosa di interessante c'era!"...io vi rispondo..."si vedono tette e culi, basta guardare Studio Aperto per quelle cose". La storia è quella di un contabile, che viene a conoscenza di una Sex List, una lista all'interno della quale gli individui che ne fanno parte (anche una vecchiaccia bruttissima e inguardabile) si incontrano in forma anonima per fare sesso. Il protagonista si invaghisce poi di una incontrata in questo modo, ma "l'amico" che lo ha inserito in questa lista, si scopre essere un truffatore che vuole fottergli la ragazza, sfuttarlo per un trasferimento illegale di denaro e infine ucciderlo. Nell'esplosione si capisce subito che non muore lui, la scena è anticipata da dettagli su dettagli (foto sul telefono, portiere assente dalla reception, ecc...), non stupitevi più di tanto. Ci mettono pure il lieto fine. Non consigliato.

Denti: un film ispirato all'osteria numero 20. L'incubo di ogni uomo, qualcosa che fa veramente senso. Una ragazza, nata in una casa vicino a una centrale nucleare, si ritrova con una malformazione mooolto particolare. Ha la cosiddetta "vagina dentata". Inizialmente lei non è conscia del problema, ma sente che c'è qualcosa che non va là sotto. Le sue prime avventure sessuali però si trasformano in omicidi, perchè chiunque tentasse una penetrazione, si ritrovava con il "salsicciotto" staccato a morsi. Il disagio cresce in lei sempre di più, finchè non lo usa come mezzo di autodifesa per ogni torto subìto. Un film che mi ha fatto soffrire molto, ma che a tratti aveva un pizzico d'ironia (magistrale la battuta del ginecologo poco prima della visita..."signorina stia tranquilla, non mordo") e non potevo non sorridere davanti a certe scene. Non posso consigliarvelo, ora che sapete di cosa si tratta decidete voi se guardarlo o no.

Piacere Dave: simpatico...niente di nuovo per carità, ma comunque simpatico. Parla di una razza aliena delle dimensioni dei lillipuziani che arriva sul pianeta terra a bordo di un'astronave a forma di Eddie Murphy. Qui cercano un dispositivo da loro smarrito con lo scopo di prosciugare gli oceani e fare scorte di sale (potevano andare al supermercato). Per compiere la missione sono costretti a girare per New York con la loro astronave e quindi ad entrare in contatto con gli umani, conoscere la loro lingua, le loro abitudini. La missione va a fagioli quando i lillipuziani cominciano ad apprezzare i divertimenti, il comportamento e i sentimenti che gli umani dimostrano tutti i giorni e che sul loro pianeta non sapevano neanche cosa fossero.
La storia non è niente di eccezionale, ma ci sono delle genialate nel film che mi hanno fatto scompisciare (vedere come si procurano i soldi, o la cagata dopo 85 hot-dog...con la reazione del vecchietto nel bagno a fianco, o ancora il loro stupore nel sapere che le più grandi fonti di informazione del pianeta Terra hanno nomi frivoli come "Google" e "Yahoo"). Ve lo consiglio, così vi fate quattro risate.

X Files - voglio crederci: delusione totale...niente ufo, niente alieni, niente di niente. Semplicemente un film che parla del breve ritorno degli agenti Mulder e Scully nel FBI. Devono risolvere casi di sparizioni di giovani donne, e per fare ciò si affidano a Padre Joe, un parroco sensitivo e pedofilo che si è infilato 35 chierichetti. Alla fine non è niente di più dei telefilm polizieschi che si vedono tanto in tv, con traffico d'organi, chirurghi russi, sparizione di persone, qualche rissa e indagini neanche tanto eclatanti. Proprio brutto.
Category: 1 comments

Poker...facciamo chiarezza

Mi è stato gentilmente chiesto di fare chiarezza su un paio di regolette del poker, che forse son sempre state un po' ambigue. Preannuncio che tutto quello che scrivo in questo post trova fonte in Wikipedia, quindi cliccate qui se volete approfondimenti su altre regole o se vi piacciono le figure.

L'ordine dei punteggi:
Scala Reale (Royal flush)...formata dalle 5 carte più alte di un solo seme;
Scala a Colore (Straight flush)...è composta da 5 carte in sequenza dello stesso seme;
Poker (Four of a kind)...è un punto formato da 4 carte di stesso valore più una carta spagliata;
Full (Full house)...è composto da 3 carte di stesso valore più 2 carte di un altro valore;
Colore (Flush)...è un punto formato da 5 carte tutte dello stesso seme non in sequenza;
Scala (Straight)...è formata da 5 carte tutte in sequenza e non tutte dello stesso seme;
Tris (Three of a kind)...è composto da 3 carte di stesso valore e da 2 carte spagliate;
Doppia Coppia (Two pairs)...è composta da 2 carte di un valore, da altre 2 carte di un altro valore e da una carta spagliata;
Coppia (Pair)...è formata da 2 carte di stesso valore e da altre 3 carte di diverso valore;
Carta Alta (High card, no pair)...è composto da 5 carte di seme diverso tutte di valore diverso e non in sequenza.

Il valore dell'asso in una scala:
In molte specialità del poker l'asso può aprire la scala (precedendo il 2 o la diversa carta più bassa del mazzetto) oppure chiuderla (seguendo il Re): quando l'asso apre la scala essa è detta scala minima, quando la chiude essa è detta scala massima.
Category: 3 comments

Not to forget


Sarà perchè ho visto quel buco enorme, sarà perchè ho ascoltato racconti di persone che hanno visto con i loro occhi l'atroce spettacolo, sarà perchè quando passeggi lì ti rendi conto che manca qualcosa, sarà perchè si respira un'aria completamente diversa rispetto a tutte le altre zone di New York...non voglio puntare il dito contro nessuno per quello che è successo, voglio solo ricordare chi ha perso la vita...peace.

La fine del mondo...anzi no!

Ironia su ironia...nelle ultime giornate ho sentito solo sprecare battute riguardo l'esperimento che è stato condotto con successo oggi al CERN di Ginevra. Addirittura stamattina su radio 105 hanno festeggiato come fosse capodanno...c'era chi come al solito ha trovato la coincidenza con la data (e quando mai...) evidenziando una palese somiglianza con l'inizio di un countdown...10/09/08...chi invece sosteneva che dopo l'esperimento la signora delle pulizie del CERN doveva spazzare via un po' di buchi neri e mettere i cartelli "Attenzione: buco nero" per evitare che qualcuno ci finisse dentro...chi ancora si chiedeva se anche la spazzatura di Napoli venisse risucchiata...chi diceva che Berlusconi sempre e comunque si sarebbe salvato...chi era invece felice di non vedere più il Festival di Sanremo...eccetera, eccetera...
Oggi però tra tutto quello che ho sentito, una domanda mi è rimasta in mente e la rigiro a voi..."cosa portereste con voi nel buco nero?"

Beppazzo vs. Windows Vista: il copia e incolla

Continuano imperterrite le mie disavventure con Windows Vista...il prodotto di punta della Microsoft...bella merda.
L'altro giorno...dovevo far girare un programma utilizzando Visual Studio 2008. A questo programma dovevo dare in input un file audio. Mi son detto lo metto in "Documenti" e poi dico al programma di andarselo a prendere lì. Avvio il programma..."file non trovato"...guardo il path del file, tutto giusto, riprovo..."file non trovato". Mi viene il nervoso...ricontrollo il path, e mi viene un'illuminazione. Vuoi vedere che non gli piace il percorso del file perchè il path della cartella "Documenti" contiene la voce "Documents and Settings" e quindi non gli piacciono gli spazi vuoti nel percorso del file? D'altronde anche su Windows XP avevo avuto esperienze negative in merito. Decido di spostare il file direttamente in "C:\", così se il problema è quello, l'ho risolto. Procedo con il "copia e incolla"...il pc inizia a guardarmi storto e poi mi dice..."Guarda che stai per copiare e incollare un file...sei sicuro di quello che stai facendo?"...bè, cosa sarà mai...XP non si è mai lamentato. Procedo. "Attenzione. Hai bisogno dei permessi da amministratore per effettuare la seguente operazione. Sei l'amministratore?"...sì, fidati. Gli do l'ok e senza bisogno di digitare alcuna password divento magicamente amministratore del sistema. "Ciao amministratore, qualcuno sta tentando di effettuare un'operazione PERICOLOSA su questo pc. Glielo vuoi permettere?". Gli dico di sì. "Sei sicuro? Guarda che non si torna indietro"...ti ho detto di sì!!! "Ok, sicuro...allora vado eh?"...muoviti!!!
Finalmente funziona...e funziona anche il programma che dovevo testare. Ma che fatica!

Beppazzo vs. Windows Vista: gli aggiornamenti


In questo periodo a lavoro sono costretto a utilizzare un pc contenente il "fantastico" sistema operativo della Microsoft, Windows Vista. Finalmente riesco a capire perchè tantissima gente si lamenta...effettivamente fa cagare.
L'altro giorno stavo staccando quando mi chiede..."mentre mi spegni posso installare gli aggiornamenti?"...boh, gli dico di sì, anche XP faceva così a volte, e poi sto andando a casa, domani mattina quando torno avrà finito. In effetti il giorno dopo gli aggiornamenti li aveva installati...ma poco prima dell'avvio del sistema ecco un fantastico avviso: "Sto configurando gli aggiornamenti: Passo 1 di 3 0%"...va bò pazienza, vado a prendermi un caffè, intanto lui termina il suo lavoro. Passa un quarto d'ora, torno davanti al pc..."Sto configurando gli aggiornamenti: Passo 1 di 3 90%"...eeeeeh? ancora? e quanto ci vuole? "Tanto", mi risponde lui.
Infatti, subito dopo..."Ho finito il primo passo...riavvio necessario"..................passano altri 20 minuti..."Sto configurando gli aggiornamenti: Passo 2 di 3 100%"...dai, dai che ce l'hai quasi fatta, non dovrai mica riavviarti a ogni passo? "Ho finito il secondo passo...riavvio necessario". In preda alla rabbia decido di farmi un giro e andare a prendermi una boccata d'aria. Torno..."Sto configurando gli aggiornamenti: Passo 3 di 3 50%"...muovitiii!!! Non ce la faccio più!!! E lui tranquillo, come se non stesse succedendo niente..."Ho finito il terzo passo...riavvio necessario"
Insomma...in fin dei conti sono entrato in ufficio alle 9, ho acceso il pc e ho potuto iniziare a lavorare alle 10...un'ora per l'avvio...ma col passare degli anni i computer non dovrebbero diventare più veloci?

Beppazzo At Work: il rientro dalle vacanze

Come sapete il rientro dalle vacanze è sempre abbastanza traumatico. Quest'anno a differenza degli altri ho avuto a che fare con un posto di lavoro, piuttosto che con una scuola o l'università.

Gli addormentati:

Dal 1 Settembre 2008 l'azienda era infestata di zombie che si incamminavano lungo i corridoi. Era incredibile, quanta gente ho visto girovagare con lo sguardo perso nel nulla...avevo quasi paura a incrociarli. L'unica zona franca, dove si vedeva gente un po' più sveglia, ma soprattutto si sentivano anche delle risate, erano le macchinette del caffè. Almeno lì si riusciva a vedere qualcuno che scambiava quattro chiacchiere, raccontava quello che aveva fatto. Ma non appena allontanati, si tornava alla depressione. Guardando dall'esterno verso l'interno si vedevano solo delle sagome in controluce che procedevano per inerzia, lungo le scale sembrava di vedere scimmie addormentate, gente che camminava con le braccia a penzoloni. Mi sentivo dentro uno di quei film catastrofici, dove un qualche virus ha infestato tutti, del tipo "Resident Evil" (non cito "Io sono leggenda" per due motivi: 1) per non incorrere in troppe critiche; 2) gli zombie di "Io sono leggenda" erano fin troppo svegli e veloci in confronto ai miei colleghi)...paura!

I nervosi:
Nell'ufficio qui accanto ci sono due che stanno litigando tra di loro sul funzionamento di un algoritmo di crittazione di file multimediali (faccio notare che non l'ha scritto nessuno dei due, ed entrambi odiano l'autore...Microsoft, tanto per cambiare)

Sul pulman per andare a lavoro un tizio si è lamentato continuamente di quanta gente ci fosse e continuava per tutto il viaggio a gridare: "perchè diavolo siete tornati? si stava bene quando non c'eravate!"...ho visto gente con gli occhi assatanati, lo stavano per uccidere...è sceso in tempo.

L'altro giorno ho telefonato al 190 per chiedere delle informazioni. Dopo aver perso diversi minuti a spiegare gentilmente e pacatamente quello che mi interessava sapere, mi sento gridare dietro..."MA LEI É CLIENTE VODAFONE?"...se non lo sai tu!

Il sottoscritto:
Per me il rientro è stato abbastanza traumatico...forse perchè ho dovuto forzatamente smaltire il fuso orario Stati Uniti-Italia (6 ore di differenza) e la stanchezza del viaggio in sole 7 ore. Fatto sta che mi son ritrovato i primi giorni davanti allo schermo luminoso del pc con la testa barcollante e la palpebra calante. Ringrazio di essere sopravvissuto ad attacchi di nervosismo e di zombismo lungo i corridoi (li utilizzavo proprio per riprendermi).
Comunque, per me il rientro significherà soprattutto mettere fine a sta menata e ripendere (più o meno seriamente) l'università...non sono ancora pronto per il mondo del lavoro...o per lo meno, per questo tipo di lavoro.

Tornano le recensioni!!!

Wanted - Scegli il tuo destino: uno di quei film che catalogo come tamarrata. C'è il solito sfigato che fa l'impiegato in un ufficio, non sopporta più il suo capo e la ragazza lo tradisce con un suo amico. Poi arriva Angelina Jolie e fa scoprire allo sfigato che ha dei poteri paranormali e riesce a vedere le cose in maniera diversa rispetto alle altre persone e quindi a muoversi molto più velocemente. In questo film le pistole sparano le pallottole ad effetto (una stronzata niente male) e se non fosse stato girato tutto con scene al rallenty durerebbe un quarto d'ora piuttosto che un'ora e mezza. Diciamo che l'unico aspetto positivo è che all'inizio pensi subito che il cattivo sia uno...poi a metà film ti convinci che hai sbagliato tutto e che il cattivo è un altro. A fine film però ti rendi conto che il cattivo era quello che pensavi all'inizio...non so se sono stato molto chiaro qui, però in sostanza non mi è piaciuto molto.

Hellboy 2 - The Golden Army: avevo capito che si trattava del sequel di un altro film. Invece narra una storia completamente a sè stante. Bè, meglio così dato che non avevo visto il primo. Hellboy sostanzialmente è un essere paranormale che lavora in un'agenzia di difesa e di studio del paranormale di New York. Qui esseri umani e "mostri" convivono e collaborano insieme. Una volta però le due specie erano in lotta continua finchè il re delle tenebre non decise di porre fine a una guerra che per lui aveva perso significato. Suo figlio, il principe, non si trovò d'accordo con il padre e decise di andare in esilio. Al suo ritorno con l'intenzione di far soccombere gli umani e acquisire il potere, decide di risvegliare un'armata invincibile, l'armata d'oro. Il compito di Hellboy sarà quello di impedirglielo. Un bel film, dove vengono mischiati abilmente diversi generi come il fantasy, l'azione, il tutto condito con quel tocco di comicità e ironia che ci sta sempre bene. Consigliato.

Kung Fu Panda: fa pisciare dal ridere! Mi è piaciuto veramente un sacco. Narra la storia di un Panda pigro e ciccione che ha come sogno nel cassetto quello di diventare il leggendario guerriero dragone. Una serie di eventi gli permettono di avere questa possibilità, e di essere allenato come un vero guerriero di kung-fu. Lui ovviamente non rinuncia, ma i limiti del suo fisico e la sua golosità, rendono tutto più difficile, anche per il maestro che lo deve addestrare. La goffaggine del panda è il motore principale di tutto il film, ma certe scene son veramente belle. La storia nel complesso è carina. Film divertente.

Il cavaliere oscuro: torna Batman, questa volta rivisitato in chiave un po' più seria rispetto alle precedenti versioni dei film dell'uomo pipistrello. Il nemico è sempre lui, Joker, ma questa volta non ha come obiettivo il denato, è proprio fuori di testa e spietato, e vuole mettere in ridicolo Batman, il quale, in alcune fasi del film sembra cedere al gioco psicologico del nemico. A metà film salta fuori anche Duefacce, messo lì per creare ancora più zizzania. Film nel complesso bello, ma ovviamente un finale che lascia presagire a possibili e numerosi altri sequel.
Category: 5 comments

Negli States...

...non esistono i bidè (sai che novità)
...i rubinetti si aprono al contrario
...i gabinetti non sono adatti a contenere le nostre "opere d'arte"
...hanno degli asciugamani elettronici fighissimi
...praticamente non esistono le auto con il cambio manuale
...non si vedono Fiat
...si vedono solo macchine grosse (SUV, fuoristrada, pick-up...)
...ci sono tre tipi di autostrade: Parkway, Expressway e Highway
...il porta-bicchieri è presente in ogni auto
...si può sorpassare a destra
...non sanno cos'è la distanza di sicurezza, ma hanno dei buoni freni
...guai a sorpassare uno scuolabus che sta facendo scendere o salire ragazzini
...sulle ambulanze ci dev'essere un dj che suona la sirena
...è meglio non prendere la macchina
...sui ponti c'è sempre coda
...i semafori per i pedoni sono con il conto alla rovescia
...il caffè espresso si trova ovunque, ma fa schifo
...ho iniziato ad apprezzare il caffè americano
...per fortuna c'è Starbucks
...il caffè si trova anche in lattina
...non provate a mangiare in un fast-food (a meno che non vogliate stare male)
...noleggiare una limousine o prendere un taxi ha lo stesso prezzo
...lo sport più seguito è il baseball...seguono football e basket
...l'aria condizionata è ovunque...e funziona benissimo
...gli ambientalisti si mettono le mani nei capelli
...andare a scuola costa un casino
...i treni partono e arrivano sempre in orario
...per spostarsi da una grande città a un'altra conviene sempre l'aereo (le distanze sono notevoli)
...ci sono un sacco di cinesi, indiani (dell'India) e messicani
...Little Italy si è ridotto a una sola via, sopraffatto da Chinatown
...Long Island è veramente...long
...McDonald è meno diffuso di Burger King
...la Pepsi è più bevuta della Coca-Cola
...se vuoi bere alcolici per strada devi avvolgere la bottiglia in un sacchetto o un pezzo di carta
...la domanda più odiosa quando compri degli alcolici è..."your ID, please?"
...la patata si mangia con la buccia
...l'acqua, il tè e il latte vengono venduti in contenitori (minimo 5 litri) che qua ho visto usare solo per l'ammoniaca e la candeggina
...l'acqua San Pellegrino è molto apprezzata (e costa cara)
...non viaggiate con USAirways
...usate solo carte di credito Visa e Mastercard, tutte le altre non funzionano
...quando entri in un negozio ti chiedono sempre "come va?"
...quando saluti chiunque ti chiedono sempre "come va?"
...sono molto gentili con noi italiani
...quando sentite parlare di spagnoli è sempre riferito ai messicani
...sui vestiti si risparmia un casino
..."Levi's" si dice "Livais"
...non comprate telefonini, sono tutti bloccati
...comunque sulla tecnologia non si risparmia granchè
...non tutti sanno cos'è un lettore mp3...ma sanno cos'è un iPod
..."Linux" si dice "Lainacs"
...anche loro odiano Vista
...il verbo "get" ha un casino di varianti
...la parola "queue" non esiste
..."telecomando" si dice "remote"
...anche loro usano il TomTom
...quando leggi i prezzi in un negozio le tasse non sono incluse
...quando mangi al ristorante o alloggi in un albergo la mancia al cameriere o al fattorino è obbligatoria
..."buon appetito" si dice..."buon appetito"
...quando vuoi comprare qualcosa e il commesso ti dice che costa "one seventy-five" non sempre vuol dire 1.75$
...quelle che loro chiamano "Mosquitoes" in realtà sono dei tafani verdi enormi
...si sta bene senza sentire notizie di cronaca italiana
...se vuoi parlare americano non preoccuparti di com'è scritta una parola, pronunciala e basta, è molto più facile
...si ascolta più musica pop/commerciale che rock
...ci sono un sacco di scoiattoli, e sono socievoli
...ho visto un sacco di posti bellissimi
..."tutto è bene quel che finisce bene" si dice "everything's good as it ends good"

Quizzettino veloce veloce


La diga alle mie spalle si trova al confine tra Arizona e Nevada, ed è stata teatro di un famosissimo film uscito nelle sale l'anno scorso. Vediamo se indovinate che film è!

Se la foto non vi è chiara cliccateci sopra per ingrandirla

I'm back!

Vacanze finite...non ci credo! Purtroppo però è la verità, per di più sono già tornato a lavoro. Devo dire che ho trascorso tre settimane bellissime, quella degli Stati Uniti è stata un'esperienza unica.
Ho avuto l'opportunità di visitare posti a me impensabili fino a qualche anno fa, ho migliorato il mio inglese, ho fatto cose che in Italia non mi posso permettere di fare, ho vissuto un giorno con 20 ore di sole, come anche una notte di 4 ore, ho fatto colazione con uova, pancetta, patatine fritte e salsiccia, ho viaggiato per la prima volta in limousine, ho giocato d'azzardo, sono stato sotto delle cascate d'acqua gigantesche, ho passeggiato per New York e Las Vegas, ho visto una delle sette meraviglie del mondo, son salito in cima a un grattacielo, ma soprattutto ho scoperto di avere una bellissima famiglia anche oltreoceano.
Spero di poter ritornare presto e poter trascorrere altri bei momenti.
Grazie a tutti!!!

Niagara Falls


Hi guys!
Ultimo post dall'America prima della partenza! Vi lascio con la foto dell'ultimo posto che ho visitato...le cascate del Niagara, in Canada. Direi che ho girato parecchio in tre settimane! Madrid, New York, Las Vegas...e ora anche Niagara. Vado a preparare i bagagli!!!
Vediamo chi di voi sa come si pronuncia Niagara in Americano....questa volta non ci sono i 5$ in palio, mi spiace, troppo facile. Me lo dite quando ci vediamo in Italia!
A presto!!!
Beppazzo

What happens in Vegas stays in Vegas


Scusate la foto da cretino, l'ho messa così giusto perchè non avevo voglia di cercarne una migliore. Allora...Las Vegas è una città fuori dal comune...non ci si ferma mai. Fai quello che vuoi...ovviamente pagando...e devo dire che non l'ho trovata eccessivamente cara...anzi, molto meno che una settimana in un qualsiasi albergo italiano. Allora, ho alloggiato al Caesar's Palace...5 stelle...non si trova di meno. Fuori dalla finestra si vedeva la fontana del Bellagio (spettacolare), e buona parte della striscia (the Strip), strada che raccoglie tutti i migliori alberghi. Il mio consiglio è...andateci. Non servono eccessive risorse economiche, come al contrario molti pensano. Unica cosa, leggete qualche consiglio:

- Non andate durante la settimana (il meglio arriva nel week-end)
- Non andate in Agosto (troppo caldo, 50 gradi di giorno, 40 di notte)
- Se ci andate in estate passatevi i pomeriggi in piscina o in albergo
- Non andate con la famiglia
- Andate con gente che ha più di 21 anni e portatevi sempre il passaporto dietro, è la vostra chiave della città (Can I see your ID, please?)
- Non bevete alcolici per strada, la polizia vi fa il culo.
- Compratevi lì i vestiti, prezzi accessibilissimi
- Ponetevi un limite quando giocate o rischiate veramente di farvi del male
- Non giocate alle slot machine
- Godetevi un giro in limousine...costa come un taxi
- Sappiate che non sempre "night club" è sinonimo di "locale con spogliarelliste"
- Mangiate in ristoranti italiani, non tentate altri posti!
- Non tentate a piedi il tragitto Hard Rock-The Strip o viceversa...è luuuungo! E c'è la navetta gratuita! (faceva pure caldo)
- Have fun!

Beppazzo in the Seventh Wonder

Mica pizza e fichi...

Hello there!

Hi guys! How are you? I'm just writing from Seaford, NY. It's a beautiful place. Yesterday we went out for a ride with my cousins' boat. We experienced the low tide, so we had to get off the boat and pull it with a rope to a higher place. It was funny!
Today we went to Manhattan...how big it is! I couldn't believe in what I was seeing! It's an enormous place with a lot of buildings and skyscrapers...there's a lot of people and an incredible traffic. We walked through 5th Avenue, which is the most important street of New York...in the morning we went up to the top of the Empire State Building...no words to say, you could see all the city. It seems to be in G.T.A.! Tonight we've been in Times Square too, how many lights!...Take a look at these pictures...later on I'm gonna show you the others.
Outside there's a thunderstorm now, so we decided to stay at home.
Bye!



Will they call me "Ceeragooza"???

So, finally I'm leaving! Destination U.S.A. for a three-weeks-holiday! I know you probably hate me for this reason, but I expected this moment for so long. For years my cousins asked me to go to the States. Now the time has come. I'm only taking the opportunity, don't be angry, please!
My holiday includes different stages. The first will be Madrid, Spain...for this reason I wanna thank Iberia for letting us enough time to visit the city or, at least, the most important parts of the city.
The second will be New York, where I think I'm gonna spend the most of my time...hope to visit whole the city, buy a lot of stupid things, drink something nauseating and eat all those disgusting things we can see on the tv.
The third will be Las Vegas and the Canyons, maybe the Death Valley too...I said everything.
All the other stages...such as cities, mountains, lakes, deserts or falls, they will be very welcome.
This is the last post I'm writing while in Turin, but don't worry! If I will have a chance you'll find some news just right here in this blog.

Probably you know this song...

Pa-papa-pa-pa-paaaaa
pa-papa-pa-pa-paaaaa
papa-paaaaa-papa-pa
papa-pa-pa-pa-pa-paaaaa

I'll pay 5$ to the first who guess.

Bye guys! See ya!!!

P.S: Scusate il post in inglese...ho la testa altrove :D

Beppazzo At Work: la politica Telecom

Mi trovo ormai a fare il consulente presso i Telecom Italia Lab da più di un mese e inizio a valutare negativamente gli aspetti del lavorare qui. Innanzitutto il tipo di lavoro che sto svolgendo non mi piace...fare testing di software Microsoft non è assolutamente la mia massima aspirazione.
Inoltre l'ambiente sta diventando sempre più invivibile. Forse saprete che la Telecom non naviga in acque tranquille ultimamente, non si dice per quali motivi, anche se tutti lo sanno. Ok, allora i "brillanti" dirigenti hanno escogitato alcuni metodi per risparmiare soldi senza ridurre i propri stipendi.
Tra qualche mese, sono previsti 5000 esuberi...questo significa che chi è a pochi anni dalla pensione verrà mandato in prepensionamento. Ovviamente questi "fortunati" costituiscono solo una minoranza. Il resto delle persone verrà mandato a casa con i seguenti criteri:

- Giovane, non sposato, senza figli a carico...ti puoi scordare il lavoro
- Giovane, sposato, senza figli a carico...ci sono buone probabilità che tua moglie ti debba mantenere
- Giovane, sposato, figli a carico...ci sono buone probabilità che tu non venga toccato
- Giovane, non sposato, figli a carico...stai tranquillo, rientri nella cerchia dei protetti...ma non si sa mai
- Quelli meno giovani, troppo lontani dalla pensione dovrebbero essere al sicuro, ma anche qui...non si sa mai.

Ovviamente ci sono molti ragazzi che in questo momento stanno svolgendo dei Master di formazione all'interno dell'azienda, per i quali è prevista l'assunzione verso Ottobre. Ovviamente tutto ciò serve a fare statistica, per promuovere i Master, e per fare vedere agli altri ragazzi che il lavoro è assicurato quando finisci il corso. Ma viste le politiche aziendali citate sopra...quanto potrà durare l'attività lavorativa di un ragazzo...che so...che ha circa 30 anni di età, non è sposato e non ha figli a carico? Praticamente niente! Però risulterà sempre che il Master ha avuto successo!
Io, per fortuna non sono un dipendente Telecom e quindi la cosa non mi riguarda, però provo compassione per tutta questa gente che non sa tra qualche mese se avrà ancora il proprio posto di lavoro oppure no.

Se invece vogliamo parlare del fantastico ambiente in cui siamo costretti a lavorare, anche qui i dirigenti hanno deciso di risparmiare energia, quindi costi, quindi soldi da sborsare, evitando di rinfrescare adeguatamente gli uffici. Perciò i condizionatori, presenti e funzionanti, entrano in funzione in base alla temperatura interna, in maniera tale che questa rimanga sempre compresa tra i 24 e i 28 gradi. L'altra mattina dunque si è verificata la seguente situazione: sono arrivato in ufficio e ho aperto le finestre per fare entrare un po' d'aria...non l'avessi mai fatto! La temperatura è scesa sotto i 24 gradi e i condizionatori hanno iniziato a sparare aria calda! Pazzìa! Per quanto riguarda gli altri giorni, la temperatura si aggira sempre intorno ai 27-28 gradi quindi l'aria fresca non la sentiamo neanche a pagarla!

Non vedo l'ora di andare in ferie, ormai mancano pochi giorni e non ce la faccio più...

Bravi

Qualcuno di serio in Italia c'è e mi piace che all'interno del mercato qualcuno si stia muovendo nella direzione del free e dell'Open Source. Effettivamente è un'ottima soluzione per le scuole e per gli enti pubblici, dove l'utilizzo dei pc è limitato all'uso di determinate applicazioni e a internet. Non sarà il massimo in quanto a prestazioni però consentirà sicuramente un bel risparmio di denaro.
Leggetevi l'articolo, la notizia è di qualche giorno fa.

ElleApostrofoArticolo

The latest (but not the last)

Ok ok dai, ultimi film prima dell'estate...poi vi lascio in pace

La notte non aspetta: un poliziesco con due protagonisti d'eccezione...Keanu Reeves e Hugh Laurie. Il primo interpreta la parte di un poliziotto particolarmente devoto all'azione e alle armi (molto in versione Matrix), mentre il secondo è capo di un reparto di polizia di Los Angeles. Il poliziotto, che nel film si chiama Tom caccia qualsiasi criminale sparando e uccidendolo e per questo ogni volta serve un intervento dai piani superiori per evitare che venga accusato e rinchiuso. Ma durante una rapina in un supermercato nel quale era presente, un suo collega rimane ucciso. La colpa viene subito data a lui visto che ultimamente i due avevano avuto da ridire, ma il protezionismo del suo responsabile lo fa uscire nuovamente nei guai. Hugh Laurie che è capo di un altro reparto di polizia, poco convinto della versione dei fatti a lui raccontata, decide di indagare. Per evitare rischi Tom viene tolto dalla strada e relegato ad attività d'ufficio, ma stufo del trattamento ricevuto ogni volta, decide di andare contro il sistema e raccontare la verità dei fatti. É qui che il film cambia decisamente tono e saltano fuori storie di corruzione e azioni illecite...una bella storia, ben studiata...consigliata, se vi piace il genere.

Funny Games: annunciato come un film sconvolgente, peggio di "Arancia Meccanica"...io dico solo...scene di violenza zero. Tutto è nascosto, censurato o lasciato all'immaginazione dello spettatore. La storia ha inizio con l'immagine di una famiglia che va in vacanza nella propria casa sul lago. Appena arrivati, il vicino di casa presenta loro due ragazzi "ospiti" da lui. Si dimostrano subito persone educate, aiutandoli anche a sistemare la barca nel lago. Ma nella stessa giornata, poco prima di cena entrano in casa della famiglia appena arrivata a chiedere delle uova in prestito. Con questa scusa riescono a rimanere dentro casa, tenere in ostaggio tutti quanti e iniziare a torturarli con dei giochi senza senso e facendoli soffrire in maniera assai cruenta. Un film che alla fine non da nessuna spiegazione, ma fa capire che questi due si divertivano e basta. Il racconto degli eventi è lento e ci sono fasi del film in cui il rischio è quello di addormentarsi, il finale è scontato. In sostanza, brutto film.

Agente Smart - Casino Totale: i critici l'hanno definita un'esilarante commedia...io concordo sulla commedia...un po' meno sull'esilarante. L'Agente Smart è un dipendente della "Control" agenzia di sicurezza americana. Il suo principale compito è quello di stendere relazioni, compilare rapporti, raccogliere informazioni...sostanzialmente tutta attività da ufficio. Un giorno però qualcuno fa irruzione all'interno dell'agenzia uccidendo diversi agenti. Cause di forza maggiore costringono il vice-presidente della "Control" a mandare l'agente Smart a lavorare in Russia con una partner per cercare gli autori dell'attentato. Ovviamente non essendo abituato a lavorare sul campo, ma a stare dietro a una scrivania, ne combina di tutti i colori. Purtroppo questo tipo di comicità si è già vista e stravista in tanti film del passato. L'avessi visto qualche anno fa avrei detto..bel film! Purtroppo l'hanno fatto nel 2008 e non mi è piaciuto.

E Venne Il Giorno: un nuovo film del pluricriticato regista SHAMALAYAAAAN!!! (ora ho capito la battuta ne "La febbra"!). Comunque, la storia è di quelle catastrofiche, ma allo stesso tempo è molto fantasiosa. Tutto ha inizio una mattina a Central Park (New York), quando all'improvviso tutte le persone che passeggiano all'interno del parco si fermano improvvisamente e, come ipnotizzati da qualcosa di sconosciuto, si tolgono la vita. Subito si pensa a un attacco terroristico, a qualche tossina immessa nell'aria, ma poi il fenomeno si espande al di fuori di New York per raggiungere le altre grandi città nelle vicinanze e successivamente le campagne, inducendo così la gente a pensare che si possa trattare di qualcosa di diverso. Sarebbero infatti le piante la causa di questi disastri, le quali cercano in qualche modo di difendersi dall'uomo. Un film come detto fantasioso, ma a tratti divertente. Vedere una botta di suicidi a catena mi ha fatto sorridere, più che altro per i modi in cui la gente (in uno stato incosciente) si toglieva la vita...chi si impiccava, chi si sparava, chi si tagliava la gola (o le vene), chi si buttava giù da un palazzo, chi si schiantava con la macchina, chi pigliava a testate muri e finestre o chi ancora entrava nella gabbia dei leoni allo zoo...ma il più divertente è stato sicuramente il suicidio di un tizio che ha acceso un tosaerba e ha aspettato mezz'ora che sto aggeggio facesse il giro del giardino per farsi passare sopra. Meditate il suicidio? Direi che questo film fa per voi!
Category: 0 comments