The latest (but not the last)

Ok ok dai, ultimi film prima dell'estate...poi vi lascio in pace

La notte non aspetta: un poliziesco con due protagonisti d'eccezione...Keanu Reeves e Hugh Laurie. Il primo interpreta la parte di un poliziotto particolarmente devoto all'azione e alle armi (molto in versione Matrix), mentre il secondo è capo di un reparto di polizia di Los Angeles. Il poliziotto, che nel film si chiama Tom caccia qualsiasi criminale sparando e uccidendolo e per questo ogni volta serve un intervento dai piani superiori per evitare che venga accusato e rinchiuso. Ma durante una rapina in un supermercato nel quale era presente, un suo collega rimane ucciso. La colpa viene subito data a lui visto che ultimamente i due avevano avuto da ridire, ma il protezionismo del suo responsabile lo fa uscire nuovamente nei guai. Hugh Laurie che è capo di un altro reparto di polizia, poco convinto della versione dei fatti a lui raccontata, decide di indagare. Per evitare rischi Tom viene tolto dalla strada e relegato ad attività d'ufficio, ma stufo del trattamento ricevuto ogni volta, decide di andare contro il sistema e raccontare la verità dei fatti. É qui che il film cambia decisamente tono e saltano fuori storie di corruzione e azioni illecite...una bella storia, ben studiata...consigliata, se vi piace il genere.

Funny Games: annunciato come un film sconvolgente, peggio di "Arancia Meccanica"...io dico solo...scene di violenza zero. Tutto è nascosto, censurato o lasciato all'immaginazione dello spettatore. La storia ha inizio con l'immagine di una famiglia che va in vacanza nella propria casa sul lago. Appena arrivati, il vicino di casa presenta loro due ragazzi "ospiti" da lui. Si dimostrano subito persone educate, aiutandoli anche a sistemare la barca nel lago. Ma nella stessa giornata, poco prima di cena entrano in casa della famiglia appena arrivata a chiedere delle uova in prestito. Con questa scusa riescono a rimanere dentro casa, tenere in ostaggio tutti quanti e iniziare a torturarli con dei giochi senza senso e facendoli soffrire in maniera assai cruenta. Un film che alla fine non da nessuna spiegazione, ma fa capire che questi due si divertivano e basta. Il racconto degli eventi è lento e ci sono fasi del film in cui il rischio è quello di addormentarsi, il finale è scontato. In sostanza, brutto film.

Agente Smart - Casino Totale: i critici l'hanno definita un'esilarante commedia...io concordo sulla commedia...un po' meno sull'esilarante. L'Agente Smart è un dipendente della "Control" agenzia di sicurezza americana. Il suo principale compito è quello di stendere relazioni, compilare rapporti, raccogliere informazioni...sostanzialmente tutta attività da ufficio. Un giorno però qualcuno fa irruzione all'interno dell'agenzia uccidendo diversi agenti. Cause di forza maggiore costringono il vice-presidente della "Control" a mandare l'agente Smart a lavorare in Russia con una partner per cercare gli autori dell'attentato. Ovviamente non essendo abituato a lavorare sul campo, ma a stare dietro a una scrivania, ne combina di tutti i colori. Purtroppo questo tipo di comicità si è già vista e stravista in tanti film del passato. L'avessi visto qualche anno fa avrei detto..bel film! Purtroppo l'hanno fatto nel 2008 e non mi è piaciuto.

E Venne Il Giorno: un nuovo film del pluricriticato regista SHAMALAYAAAAN!!! (ora ho capito la battuta ne "La febbra"!). Comunque, la storia è di quelle catastrofiche, ma allo stesso tempo è molto fantasiosa. Tutto ha inizio una mattina a Central Park (New York), quando all'improvviso tutte le persone che passeggiano all'interno del parco si fermano improvvisamente e, come ipnotizzati da qualcosa di sconosciuto, si tolgono la vita. Subito si pensa a un attacco terroristico, a qualche tossina immessa nell'aria, ma poi il fenomeno si espande al di fuori di New York per raggiungere le altre grandi città nelle vicinanze e successivamente le campagne, inducendo così la gente a pensare che si possa trattare di qualcosa di diverso. Sarebbero infatti le piante la causa di questi disastri, le quali cercano in qualche modo di difendersi dall'uomo. Un film come detto fantasioso, ma a tratti divertente. Vedere una botta di suicidi a catena mi ha fatto sorridere, più che altro per i modi in cui la gente (in uno stato incosciente) si toglieva la vita...chi si impiccava, chi si sparava, chi si tagliava la gola (o le vene), chi si buttava giù da un palazzo, chi si schiantava con la macchina, chi pigliava a testate muri e finestre o chi ancora entrava nella gabbia dei leoni allo zoo...ma il più divertente è stato sicuramente il suicidio di un tizio che ha acceso un tosaerba e ha aspettato mezz'ora che sto aggeggio facesse il giro del giardino per farsi passare sopra. Meditate il suicidio? Direi che questo film fa per voi!
Category: 0 comments

0 comments: