Silvio, i capelli li devi alla ricerca!


Le foto si riferiscono alla manifestazione di Torino, oggi 30/10/2008

Oggi su L'Unità un discorso di Piero Calamandrei, scritto nel 1950, in un'Italia che aveva appena sconfitto il fascismo
Oggi su Repubblica, relativo allo scandalo degli scontri di ieri a Roma
Oggi su La Stampa, cronaca della manifestazione di Torino

Sono contento per la partecipazione, che è stata notevole, sono contento che nessuno si sia fatto male, perchè è stata una manifestazione pacifica e sono contento di aver visto in piazza anche i maestri e i bambini delle scuole elementari, i professori e gli studenti delle scuole superiori, un sacco di studenti universitari, professori e ricercatori.
Eravamo tantissimi, non lo potete negare!
Non sono contento perchè nonostante tutti gli sforzi e le dimostrazioni, questo governo non ci ascolta e prosegue per la sua strada, continua a sostenere che la sinistra ha fatto una campagna di disinformazione volta a screditare l'azione di governo. Imparate ad ammettere i vostri errori, non gettate fango su chi non ha fatto niente!

E con quest'ultima frase mi rivolgo a coloro che alle ultime elezioni hanno votato Berlusconi: "So che c'eravate anche voi oggi, e che avete protestato al nostro fianco contro questo governo. Ormai la frittata l'avete fatta, e mo ce lo teniamo fino a fine mandato (a meno di un clamoroso colpo di stato). Alle prossime elezioni però, ricordatevi delle stronzate che combinano gli innumerevoli governi Berlusconi che hanno portato alla rovina l'Italia fino ad oggi. Alle prossime elezioni non fatevi abbindolare da frasi fatte e false!"

Il liberismo ha i giorni contati

E’ difficile resistere al Mercato, amore mio
Di conseguenza andiamo in cerca
di rivoluzioni e vena artistica
Per questo le avanguardie erano ok,
almeno fino al ’66
Ma ormai la fine va da sé
E’ inevitabile
Anna pensa di soccombere al Mercato
Non lo sa perché si è laureata
Anni fa credeva nella lotta,
adesso sta paralizzata in strada
Finge di essere morta
Scrive con lo spray sui muri
che la catastrofe è inevitabile

Vede la fine in metropolitana,
nella puttana che le si siede a fianco
Nel tizio stanco
Nella sua borsa di Dior
Legge la fine nei saccchi dei cinesi
Nei giorni spesi al centro commerciale
Nel sesso orale, nel suo non eccitarla più
Vede la Fine in me che vendo dischi
in questo modo orrendo
Vede i titoli di coda nella Casa e nella Libertà

E’ difficile resistere al Mercato, Anna lo sa
Un tempo aveva un sogno stupido:
un nucleo armato terroristico
Adesso è un corpo fragile
che sa d’essere morto e sogna l’Africa.
Strafatta, compone poesie sulla Catastrofe

Vede la fine in metropolitana,
nella puttana che le si siede a fianco
Nel tizio stanco
Nella sua borsa di Dior
Muore il Mercato per autoconsunzione
Non è peccato, e non è Marx & Engels.
E’ l’estinzione, è un ragazzino in agonia.
Vede la Fine in me che spendo soldi
e tempo in un Nintendo
dentro il bar della stazione
e da anni non la chiamo più.

Perchè protestiamo, contro chi e quando!

Lo so, di solito non parlo di politica, al massimo faccio un po' di ironia! Questa volta mi spingo oltre e provo a fare informazione...raramente è successo su questo blog, ma stavolta ce n'è bisogno davvero in vista degli appuntamenti che ci vedranno coinvolti il 28 ottobre (forse la Gelmini si sta cacando sotto e diserta) e il 30 ottobre (sciopero generale della scuola e relativa manifestazione), per poi passare alle lezioni in piazza che vedranno il sottoscritto coinvolto a Novembre.

Riporto di sotto il contenuto di uno dei tanti volantini che mi sono capitati sotto mano durante la manifestazione del 10 ottobre...mi sembra abbastanza completo e comprensibile:

Il decreto di cui si sta tanto parlando in questo periodo penalizza l'Università italiana (statale, sia chiaro) per tre semplici motivi:
  1. POSSIBILITÀ DI TRASFORMAZIONE DELLE UNIVERSITÀ IN FONDAZIONI:
    Detto in parole più semplici: possibilità di privatizzare gli atenei con trasferimento di TUTTI i relativi immobili alla fondazione tramite semplice delibera del Senato Accademico (il massimo organo decisionale dell'Università). In quanto privata una fondazione NON HA ALCUN LIMITE DI LEGGE sulle tasse universitarie. Come ben sapete o potete immaginare un anno all'Università non costa realmente quei 1500€ di tasse che paghiamo attualmente ma all'incirca 8000€ (la differenza è coperta dallo Stato). E se in un futuro prossimo un ateneo istituisse una retta annua di 15000€? Chi li ha potrà continuare a studiare. Gli altri si dovranno arrangiare. L'Università è PUBBLICA e tale deve rimanere: deve contare il merito e non il reddito!

  2. TAGLI GRAUDALI ED INDISCRIMINATI AL FONDO FINANZIARIO ORDINARIO (quello che lo Stato dà ad ogni Università affinchè funzioni):
    "In relazione a quanto previsto dal presente comma, l'autorizzazione legislativa di cui all'articolo 5, comma 1, lettera a) della legge 24 dicembre 1993, n. 537, concernente il fondo per il finanziamento ordinario delle università, e' ridotta di 63,5 milioni di euro per l'anno 2009, di 190 milioni di euro per l'anno 2010, di 316 milioni di euro per l'anno 2011, di 417 milioni di euro per l'anno 2012 e di 455 milioni di euro a decorrere dall'anno 2013." (Articolo 66, comma 13)
    TOTALE: 1.441.000.000 euro in meno in 5 anni

  3. INTERRUZIONE DEL TURN-OVER. PER RISPARMIARE NEI PROSSIMI ANNI, OGNI 5 PROFESSORI CHE ANDRANNO IN PENSIONE 1 SOLO POTRÀ ESSERE ASSUNTO. Conseguenze: minore offerta formativa e invecchiamento corpo docenti; Cosri di di studio rischiano di sparire; ambienti e servizi agli studenti diverrannno sempre più scadenti. Gli effetti negativi saranno immediati...per non parlare dei danni a lungo termine quali la costrizione a concludere gli studi o andare a lavorare all'estero alla ricerca di una necessaria stabilità lavorativa ed economica.
Tagliare sull'Università vuol dire tagliare sul futuro di un intero paese...
Senza una buona ricerca universitaria non si avrà una buona didattica e viceversa
Senza una buona Università non c'è sviluppo economico, sociale, intellettuale e tecnologico per tutto il paese.

Lo screen-shot sotto riporta la prima pagina del sito web del mio dipartimento



Sia chiaro che la Gelmini è solo il capro espiatorio della vicenda...sostanzialmente quella che ci sta mettendo la faccia! Tutto è partito dalla riforma finanziaria fatta indovinate da chi? Il solito e immancabile...signor Tremonti!

Torniamo a livelli un po' più decenti

Wall-E: film d'animazione veramente molto apprezzabile. Wall-E è un robottino che raccoglie l'immondizia. Quando gli umani hanno abbandonato il pianeta Terra per via dell'inquinamento insostenibile, se lo sono dimenticati acceso. Il povero robottino ha dunque continuato il suo lavoro per molti anni. Un giorno però, una navicella mandata dagli umani, lascia sul pianeta un robot, incaricato di cercare forme di vita. Wall-E cerca di stringere amicizia col nuovo compagno, ma purtroppo la sua missione li porta nella navicella spaziale dove si sono rifugiati gli umani. Qui la nostra specie viene identificata in esseri obesi che viaggiano tutto il giorno su delle poltrone automatiche, sono sempre occupati a mangiare, a seguire incoscientemente le nuove mode e sono perennemente collegati a un programma di messaggistica istantanea. Dipendono in tutto e per tutto dalle macchine, e non sanno più che cosa siano gli animali o le piante. Un film molto critico sullo stato attuale della società, poi la qualità che hanno raggiunto i film di animazione oggi lo rende ancora più realistico. Consigliato.

Burn After Reading - A prova di spia: i protagonisti sono un cd e una tizia che vuole farsi un intervento di liposuzione. Un agente federale viene cacciato dal proprio posto di lavoro. Esausto e incazzato decide di passare il resto dei propri giorni scrivendo le sue memorie. Purtroppo perde il cd dove erano salvate, che poi viene ritrovato in una palestra. I dipendenti che l'hanno trovato non riescono a trattenere la curiosità e ne guardano il contenuto. Pensando che si tratti di materiale segreto, rintracciano il proprietario e chiedono di farsi pagare una somma per riaverlo. L'obiettivo per la vecchiaccia della palestra è sto cacchio di intervento chirurgico. Purtroppo il proprietario non ci sta, allora cercano di ripiegare proponendo la vendita all'ambasciata russa. Da qui entrano in un casino di guai e se la devono vedere con le agenzie federali americana e russa. In sostanza un film non esaltante. Notare il numero di volte che viene pronunciata la battuta "Ma che cazz..." (non ho censurato dicono proprio così).

Che la fine abbia inizio: un professore di liceo si innamora di una sua studentessa. É talmente invaghito della ragazza che decide di uccidere chiunque tenti di impedirgli di vederla. Una sera fa irruzione in casa della ragazza e la poveretta nascosta, assiste impotente alla morte dei propri genitori. Questa esperienza la segna per tutta la vita, ogni notte continua ad avere incubi. L'insegnante intanto viene rinchiuso in carcere e la ragazza cerca di rifarsi una vita. Quando le cose sembravano andare per il meglio ecco che purtroppo l'insegnante evade di prigione e va alla ricerca della ragazza. Una storia che mi è piaciuta abbastanza, ma che purtroppo come ogni film dell'orrore contiene scene e situazioni assurde alle quali è difficile credere. Perchè quando l'assassino deve ammazzare un attore/attrice non protagonista ci mette due secondi, mentre quando deve fare la stessa identica cosa con l'attore/attrice protagonista, o non la fa o impiega secoli???

The Rocker - Il batterista nudo: Rob Fisch è il batterista eccentrico di una band chiamata "Vesuvius". A questi viene offerta la possibilità di avere un contratto milionario a patto di cacciare il povero Rob dalla band. Senza di lui diventano milionari e dopo 20 anni di carriera sono una delle band più famose al mondo. Rob nel frattempo fa lavori sedentari ma ogni volta che sente la loro musica in ufficio spacca tutto, per questo viene licenziato diverse volte. Tutto ciò accade fino a quando suo nipote, tastierista in una band di ragazzi, gli "A.D.D.", che sognano di diventare famosi, gli chiede di prendere parte al loro gruppo per una sera. I ragazzi apprezzano il suo talento ma ritengono che abbia dei comportamenti esagerati per una band amatoriale. Un video finito casualmente su Youtube, nel quale il batterista compare nudo durante delle prove, fa diventare famosi gli "A.D.D.". Un contratto con una casa discografica permette loro di andare in tournee, di girare il loro primo video e fare la vita da rockstar...ma eventi inaspettati mettono a dura prova la solidità della band. Guardatelo, è bello!
Category: 0 comments

Il mio week-end

Questo fine settimana ha avuto per il mio stomaco notevoli risvolti. Sono arrivati dolciumi dalla Sicilia di cui vi propongo le immagini perchè sono bastardo dentro. In più ieri, domenica, c'è stata una fiera del tartufo ad Aramengo (AT)...esiste davvero ed è in culo ai lupi...ecco perchè si dice andare a...ramengo. La tartufata più che altro è stata una mangiata notevole con assaggi di vini. Alla facciazza vostra! Buahahahahahaha!!!

Questi sono dolci fatti interamente con pasta di mandorle



E questa è una bella cassata siciliana stracarica di ricotta

Buon appetito!!!

Ah! ah! ah! ah! ah!

Questo è completamente andato...

Vi prego, cliccate sulla foto in basso e leggete bene quello che sto tizio mette in vendita su ebay.

Certo che ce n'è di gente che sta fuori con la testa. Comunque avrei un paio di appunti da fare riguardanti l'inserzione.
  1. Per il pagamento è accettato solo il bonifico bancario, niente paypal...viene scomodo dall'inferno fare un bonifico
  2. La spedizione e imballaggio sono gratis, e questo l'ho apprezzato
  3. Servizio: ritiro in zona...eh, ma Satana non penso che abiti in provincia di Massa, metti almeno la possibilità di fare una raccomandata. Poi sarà talmente indaffarato con altre migliaia di anime che mica può venire fino a casa tua a prendersela!
  4. spedizione assicurata non offerta...e se rubano l'anima durante il tragitto Massa-Inferno? Chi mi rimborsa i 50.000€ di spesa? Fossi Satana mi arrabbierei parecchio
Comunque spero per te che non abbia speso dei soldi (visto che di solito le inserzioni di ebay si pagano) per scrivere sta menata

Mi preparo alla morte

Sabato sera è stato attribuito a uno che legge questo blog (cerco di rimanere sul vago) un soprannome assai curioso, in quanto ritenuta una persona acida...il soprannome in questione è KIWI.
Lascio ignote le identità dei creatori del soprannome e del logo, ma vi do un suggerimento sulla persona alla quale faccio riferimento. La foto è pixellata, ma si riconosce lo stesso.


So che sarò il capro espiatorio della vicenda in quanto sto pubblicando quest'immagine, perciò saluto questo mondo dicendo a tutti che è stato veramente un piacere conoscervi, vi ringrazio di tutto e sappiate che vi voglio bene.

Beppazzo

Film orribili

Ecco una bella serie di film che fanno veramente schifo

Decameron Pie:
classico film in stile American Pie, ambientato questa volta nel medioevo. Ci sono cavalieri, ladri, principi, principesse, preti e suore che vogliono trombare...che altro? Gira e rigira si rivedono sempre le stesse cose, e con un lieto fine del cazzo...sinceramente non ve lo consiglio.

Postal: Una comicità che non ho apprezzato, veramente troppo demenziale. Fa schifo.

Black Sheep - pecore assassine: chi è il malato che ha pensato a una storia del genere? Secondo me qualche pastore sardo al quale una pecora deve aver dato buca. Riassunto schematicamente: esperimenti su pecore->pecore assassine->chi viene semplicemente morso e non ucciso diventa un pecorone->pecore che inchiappettano uomini->uomini che inchiappettano pecore.
Finale col botto, i protagonisti devono distruggere tutto il gregge di pecore assassine. Il colpo di genio? Le pecore scorreggiano gas metano, quindi viene lanciato un accendino in mezzo al gregge...e babum! Ah, anche un cane viene morso, quindi inizia a belare...paura, eh? Sconsiglio vivamente a tutti tranne a simovinci e gush.

Shroom - Trip senza ritorno: l'inizio promette bene. Dei ragazzi partono dall'America per andare in Irlanda, fare un campeggio pirata e spararsi di funghi allucinogeni. Ovviamente gli imbecilli che hanno fatto il film dovevano mettere l'elemento horror quando invece potevano prendere benissimo spunto da una puntata di South Park in cui Kenny si faceva un trip favoloso. Ma pace, l'hanno fatto così, perciò vi devo anticipare che la protagonista mangia un fungo velenoso che le da il dono della preveggenza (quando nel 99,99% dei casi doveva morire), e che le permette di vedere le morti dei propri amici (fatti a tal punto da parlare con una mucca). Non si sa perchè quando inquadrano la collina in cui si trovano i protagonisti si vedono solo alberi, mentre verso fine film sbuca una palazzina alta almeno 5 piani con un cortile notevole (l'avranno costruita lì sul momento...). Comunque boh, noterete dalla voglia che ho di raccontarvelo che mi ha fatto proprio cagare. Fine.
Category: 4 comments

Scienze MFN...entra a tuo rischio!

Contesto: iscrizione laurea magistrale, segreteria di via S.Croce

Entro alle 13.45, pesco numero 74...siamo al 53. Dopo un solo quarto d'ora di apertura avevo già 21 persone davanti. Ovviamente un solo sportello aperto. Mi metto l'anima in pace e spero di riuscire a passare prima dell'orario di chiusura. Le ore passano, Giovanni cresce (non c'entra niente, lo so)...ore 15.00 siamo al numero 70. Sono lì che sbavo davanti allo sportello...non vedo l'ora.
Ore 15.15...siamo ancora al numero 70...ragazza imbecille non riesce a capire le istruzioni per iscriversi sotto condizione, quindi chiede in segreteria. La segretaria, con una gentilezza mai vista in quei luoghi, risponde correttamente. Ragazza non capisce, ripete domanda. Sergretaria armata di pazienza, ri-ripete. La ragazza proprio non ci arriva, "ma quindi sono sicura che mi posso laureare senza pagare?"...segretaria, stavolta armata di kalashnikov (chissà quante visite riceverò per questo), costringe la ragazza a scrivere i propri dati su un foglio per accertarsi dell'intelligenza dell'interlocutrice, e la fa inginocchiare su dei ceci in un angolino. Intanto fa passare il prossimo...ore 15.25...numero 71, forse intimorito dalla pazza dietro lo sportello, non si presenta...numero 72! Arriva il furbo...manco chiede quello che gli serve che comincia a lamentarsi, senza curarsi del fatto che dietro di lui ci sono orde di studenti assatanati (tra cui il sottoscritto) che attendono impazienti il proprio turno. "Eh..ma io vado a lavorare! non è possibile! è la 5° volta che torno!"...ok, hai tutte le ragioni di questo mondo, lo farei anch'io, ma non ora! C'è troppa gente, un solo sportello e la segretaria è già nervosa per prima!!!...discutono animatamente e alla fine il tipo se ne va senza ottenere risultati. Ha vinto di nuovo la segretaria. Intanto scappa anche il numero 73...tocca a me! Mi avvicino con fare incerto e il doberman è lì che mi aspetta.

"Lei che vuole?"
"Ehm...is...isc..iscrivermi per la magistrale"

"Ha i moduli?"
(orgogliosamente tiro fuori chili di fogli e glieli sbatto davanti...si intenerisce)

"Oh, ma ha stampato anche i certificati di laurea! Non c'era bisogno, lo facevamo noi!"
"Si figuri"

Sento dietro di me i sospiri di sollievo degli altri studenti, lieti del fatto che l'animale ha ripreso sembianze e comportamenti umanoidi.
Raccoglie i fogli, mi strizza l'occhio (???) e come una commessa in un negozio di alimentari mi chiede: "desidera altro?"
Avevo letto che erano pronte le pergamene per i laureati, colgo l'occasione...
I sospiri che sentivo prima si trasformano in tosse, raucedine improvvisa, e inspiegabilmente sento freddo. La segretaria intanto sparisce, mi volto...facce incazzate. Temo il peggio. Aspetto. Finalmente arriva. Mi viene consegnata una pergamena 50x30, in un contenitore che è 2 metri x 2! User-friendly e comodo da trasportare soprattutto se viaggi in pulman. Non mi lamento, scappo via.
Purtroppo so che dovrò tornare lì un giorno...

Back to Uni...what happened...what happens...what's gonna happen

Ho lasciato l'Università ad Aprile, dopo la laurea, con l'intento di scoprire nuovi lidi, nuovi mondi...visto, fatto, lavorato, tutto bellissimo...ora basta. Torniamo alla normalità...e che normalità!

Ieri: iscrizione in segreteria...dedicherò un post a riguardo.

Oggi: si è laureato Gush...il che di per sè costituisce un evento di portata mondiale. Il dipinfo era pieno di figure di He-Man, guerrieri vichinghi laureati, baffi Moretti e mostri asciuti, tutti con la faccia del suddetto dottore. Festa a base di prosecco, moscato (era moscato?), salatini, snack alle cipolle, birre del Lidl e pizze di Citrano. Partite a bang e cazzeggio a fiumi...mi siete mancati.

Domani: evento al pdf, ragazze ovunque! Non so perchè e non lo voglio sapere...si sono trasferite da noi studentesse di infermieristica, spero definitivamente. Tenteremo scambi culturali, prospettive interessanti.