Scusate il ritardo...

É un po' di tempo che non pubblico recensioni, ultimamente sul blog ho discusso altri argomenti. Cercherò di rimediare con una bella carrellata di film che ho visto nell'ultimo mese...sono un po' di tutti i generi.

Sette Anime:
un film che ti lascia qualcosa dentro. Tim (interpretato da Will Smith) è il protagonista di un dramma che lo vede coinvolto in un incidente dove perdono la vita sette persone, tra le quali sua moglie. Quando una persona vuole rimediare a un errore commesso cerca di farlo in tutti i modi...io sinceramente non ho mai visto farlo così. Non vi dico altro, non voglio rovinarvi il film...veramente emozionante. Siamo a gennaio, ma è candidato sicuramente a essere uno dei film più belli dell'anno.

Ember - Il mistero della città di luce: Ember è una città costruita dagli umani nelle profondità della Terra. La sua ubicazione la costringe ad una perenne illuminazione artificiale, garantita da un super generatore di corrente. Dopo centinaia di anni dalla sua nascita, la struttura comincia a mostrare i primi segni di debolezza e dei ragazzini intrepidi cercano in tutti i modi di capire cosa c'è fuori Ember per portare tutti in salvo. Un fantasy interessante, consigliato se vi piace il genere.

Yes Man: Jim Carrey, alias Carl, è un impiegato di banca rimasto traumatizzato dal divorzio con la moglie. Da quando vive da solo preferisce stare lontano dagli amici, dal mondo e rifiutare qualsiasi proposta gli venga fatta, anche solo per uscire un po'...insomma, dice sempre "no". Un giorno viene convinto da un vecchio amico a partecipare al seminario degli "Yes Man!" la cui filosofia gli cambierà completamente la vita. Film simpatico.

The Millionaire: Jamal è un ragazzo che vive ed è cresciuto nella baraccopoli di Bombay (oggi Mumbai). Durante un attacco al villaggio rimane senza madre. Lui, il fratello e una ragazzina, Latika, che hanno conosciuto in quell'occasione fuggono insieme. Nasce un bel rapporto tra Jamal e Latika, ma un giorno sono costretti a separarsi. Lui per tanti anni non ha modo di vederla, quindi decide di partecipare al famoso gioco "Chi vuol essere milionario?". Il suo scopo non è vincere soldi, ma farsi vedere da Latika, consapevole del fatto che il programma è il più seguito in India. Le esperienze di vita che ha vissuto da bambino lo porteranno però a toccare un sogno molto, ma molto più grande di lui. Film molto bello, raccontato bene e rappresentato con realismo. Consiglio vivamente.

Davanti agli occhi: un casino di film...alla fine neanche esaltante. In una cittadina americana vive una ragazza adolescente che si chiama Diana (Uma Thurman). Un giorno un ragazzo fa una strage di vittime nella sua scuola. Quando si ritrova faccia a faccia con Diana e la sua migliore amica, chiede loro di scegliere chi delle due deve morire. A questo punto il film fa un balzo di 15 anni nel futuro e ritroviamo Diana adulta. Durante il racconto della sua vita da mamma ci sono numerosi, forse troppi flashback che ci riportano indietro, alla sua vita da studentessa. E il film prosegue sempre così! 10 minuti di presente e 10 minuti di passato, presente, passato...non si riesce a trovare un filo logico nel racconto! Il finale mi ha lasciato perplesso. O sono io ritardato o il film era fatto veramente male.

Defiance - I giorni del coraggio: Bielorussia, 1941. Siamo in piena Guerra Mondiale e i nazisti perquisiscono fattorie e villaggi alla ricerca di ebrei da sterminare. Tre fratelli si rifugiano nei boschi per sfuggire alle persecuzioni. A loro si aggiungono numerose persone, anch'esse per scappare dai nazisti. Con il passare del tempo verrà creata una vera e propria comunità di ebrei che riesce a sopravvivere all'interno della foresta costruendo villaggi, andando a caccia...a ognuno viene assegnato un compito ben preciso. Ma le insidie sono numerose e il freddo dell'inverno porta malattie. Ispirato a una storia vera. Davvero bel film.

Milk: ispirato alla vita di Harvey Milk, primo politico americano dichiaratamente gay ad essere stato eletto a una carica istituzionale. La storia inizia da New York, dove Harvey vive con il suo compagno. Per sentirsi più liberi ed avere una maggiore considerazione all'interno della società decidono di trasferirsi a San Francisco. Aprono un negozio di fotografia che diventa punto di riferimento per la comunità gay della città. Il forte attivismo di Harvey e i suoi modi di fare, lo rendono una figura apprezzata da tutti, non solo dai gay. Per concretizzare i suoi ideali di libertà e di uguaglianza si candida come consigliere. Ma c'è chi lo invidia o ha ancora un forte pregiudizio verso di lui. Un film nel complesso ben fatto, la storia è un po' compressata ma ripercorre bene le varie tappe della vicenda. A volte è un po' troppo incentrato sulle avventure amorose del protagonista piuttosto che sul suo impegno politico. Giudizio comunque postivo...ve lo consiglio.
Category: 0 comments

0 comments: