Recensioni film: Marzo 2009

Live! - Ascolti record al primo colpo: pesante!!! Narra la storia di una produttrice televisiva, Katy Courbet. Vuole creare uno show innovativo, che tenga incollati gli americani allo schermo televisivo. L'idea che salta fuori è quella della "Roulette Russa". I concorrenti dovranno, in diretta, puntarsi alla fronte una pistola che ha un solo proiettile carico. Chi sopravvive vince 5 milioni di dollari, chi perde ovviamente muore. Le difficoltà per mettere in piedi uno spettacolo del genere sono tante. Ci sono da convincere i dirigenti del network, le aziende pubblicitarie, i politici e ovviamente tutti coloro che si oppongono per motivi etici. Soprattutto bisogna attirare concorrenti che vogliano ancora vivere la propria vita, non gente che punta al suicidio per fare più audience. La caparbietà di Katy permetterà allo show di andare in onda e l'idea che una cosa del genere un giorno potrà esistere in televisione fa venire i brividi, ma ha un nonsochè di eccitante. Persino l'ideatrice è agitata durante la trasmissione. Film davvero innovativo, guardatelo!

Space Chimps: film per bambini. Tre scimmie vanno nello spazio, trovano un pianeta con forme di vita intelligenti e ci fanno amicizia. Sinceramente non mi ha fatto neanche ridere, solo qualche piccola gag qua e là. Ha un unico pregio, è corto. Sconsigliato.

Il Mai Nato: horror, o presunto tale. Siamo nella solita cittadina americana dove la solita ragazza mentre fa jogging si imbatte in un bambino strano in una zona particolarmente isolata. Tale bambino (si scoprirà poi essere una creatura demoniaca) la perseguita giorno e notte. La ragazza fa ricerche e scopre la natura dell'essere che la insegue e per quale motivo è perseguitata. Il tutto si conclude con un bell'esorcismo...o gli horror non fanno più per me o sono veramente tutti uguali. Niente da fare...non mi è piaciuto.

Die Welle - L'Onda: spettacolare! Un professore di liceo in Germania viene incaricato di tenere un corso di una settimana sull'autocrazia. Durante la prima lezione chiede ai propri studenti: "Secondo voi è possibile che in Germania si crei al giorno d'oggi un nuovo movimento simile al fascismo?" Le risposte dei ragazzi ovviamente sono negative e denunciano proprio gli episodi relativi al Terzo Reich. Allora parte l'esperimento. L'insegnante, amato dai ragazzi, chiede loro di formare una sorta di comunità, di legare l'uno con l'altro, di fare gruppo. L'esperimento sembra procedere bene, i ragazzi danno un nome al gruppo..."L'onda", indossano camicie bianche, creano pagine dedicate su internet, hanno un simbolo identificativo e persino un saluto personalizzato. Il movimento inizia a prendere piede nella scuola, fa sentire il suo eco in tutta la città, il professore viene visto come un comandante. Si diffonde la moda dell'onda, se non ne fai parte sei inferiore... film impressionante, e davvero scioccante il finale. Assolutamente da vedere!!!

Gran Torino: Walter Kovalski è un reduce della guerra in Corea. Ormai è vecchio e malato, ha perso la moglie e con i figli non ha un buon rapporto. Vive bene nel suo quartiere, è molto chiuso ma detesta gli orientali che stanno popolando le case circostanti. Una sera uno di questi, costretto da una gang locale, tenta di rubargli la Gran Torino posteggiata nel garage. Il ragazzino non voleva in realtà, e cerca in tutti i modi di scusarsi. Come lui, tutta la sua famiglia. Per sdebitarsi quindi inizia a far dei lavori di casa per il vecchio Walter che inizia a vedere il ragazzo con un occhio diverso. Decide dunque di allevarlo e farlo crescere come un uomo. Il legame tra Walter e la famiglia orientale si stringe sempre di più, ma la gang del quartiere si fa viva più e più volte sconvolgendo il clima che si stava creando. Un film veramente bello, che tocca un argomento sempre attuale come il razzismo. Consigliato.

The Wrestler: drammatico...ma che delusione! Randy, protagonista della storia, era un grande wrestler degli anni 80. Oggi è vecchio e decrepito, ma continua a combattere. I problemi di salute si presentano e i dottori gli consigliano di smettere. Per campare lavora in un supermercato servendo la carne e i formaggi alle vecchiette. Ma non è felice, si sente solo e abbandonato e soprattutto gli manca il Wrestling, l'unico mondo dove si sente apprezzato. Storia che non ha niente di nuovo, film eccessivamente lungo per quello che racconta. Non mi è piaciuto granchè.

Push: la tamarrata del mese. In Germania dalla fine della Seconda Guerra Mondiale fino ai giorni nostri si portano avanti esperimenti sui veggenti. Viene somministrata loro una sostanza in grado di renderli esseri potentissimi. Nick, protagonista della storia è un ragazzo povero e sfigato che vive a Hong Kong. Da piccolo ha visto suo padre morire ucciso dalla Divisione, l'unità che cerca questi esseri per catturarli ed effettuare su di loro degli esperimenti. Prima di morire il padre gli lascia un messaggio..."un giorno una ragazza ti regalerà un fiore, tu dovrai aiutarla". La ragazza si scoprirà poi essere una 13enne veggente, neanche brava a disegnare ciò che vede. Nick, per salvare il mondo dovrà trovare una valigia contenente un farmaco in grado di fermare la divisione. Botte ed effetti speciali a palate, incongruenze a più non posso, orientali che usano gli ultrasuoni all'interno di grattacieli poco stabili e gente il cui destino è morire davanti a un ascensore, ma che alla fine non muore. Il film non fa schifo, anche perchè se no mi sarei addormentato. Valutate voi se guardarlo o no, son gusti.
Category: 0 comments

0 comments: