Istituiamo il movimento NO VEC

È arrivata l'estate...ma che bello! O no...bè, forse non ancora. Manca comunque poco e le prime avvisaglie si ricevono non dal caldo, ma sugli autobus e nei centri commerciali. Orde di ragazzine che invadono qualsiasi posto prese da un fancazzismo sempre crescente vista la fine della scuola. Vanno in giro con addosso più trucco che vestiti e danno l'impressione che il loro make-up artist sia spiderman (lo si nota dal mascara che evade dagli occhi in maniera oscena, sembra proprio che abbiano una ragnatela disegnata in faccia).
Queste stronzette invadono la città non sapendo che fare dei loro 3 mesi, e sottolineo 3, di vacanze. Purtroppo il mio status di studente universitario fa sì che le mie vacanze estive si siano ridotte a un mese (e sono uno di quelli che se ne gode di più), ma comunque questa situazione mi fa provare odio e invidia verso i liceali. Ci sono passato anch'io...lo so. Ma il passato è passato.

Fatto sta che l'altro giorno me ne stavo rincasando trallo trallo dall'università con il pulman. Fermata davanti l'8gallery e autobus che si riempie delle suddette creature. Una di loro inizia a parlare con le amiche con una vocina stridula un tantino fastidiosa, ma sopportabile. Una vecchietta, che a questo punto deduco sia sensibile anche agli ultrasuoni, si volta verso la ragazzina facendo una faccia disgustata e guardandosi successivamente in giro in cerca di volti amici che condividano il suo disgusto. Purtroppo incrocia il mio sguardo. Al che mi inizia a fissare. Infastidito le lancio un'occhiata come per dire (cazzo vuoi?).
Lei mi guarda.
Ammicca.
Merda.
Si aggiusta la gonna con un ghigno in volto, e inizia a farfugliare qualcosa.
Mi volto verso il finestrino del pulman per guardare fuori e cercare di ignorarla. Sfiga vuole che il finestrino sia aperto e purtroppo mi ritrovo con la chioma al vento (perchè me ne posso ancora permettere una nonostante l'età e l'università) che svolazza allegramente. Io troverei la scena orripilante. Lei evidentemente no.
Adesso sono io che cerco sguardi amici in cerca di aiuto. Ho un tremendo bisogno di aiuto!
Per fortuna c'è la provvidenza che ci mette una mano, e mi trovo in un batter d'occhio alla mia fermata. Scendo. Scappo. Profumo di libertà. Che poi è l'odore dello smog che c'è in piazza Bengasi. Ennesimo pericolo scampato, ma mi sento continuamente perseguitato. Un giorno ne abbatterò una, lo so.
Sono irritanti, insopportabili, le odio. Specialmente alla fermata dell'autobus, si piazzano in prima fila per cercare di salire per prime, e poi fanno blocco impedendo a chiunque altro di potersi aggiudicare un posto, anche in piedi. Per non parlare degli uffici postali e le farmacie. Ma questo meriterebbe un post a sè.

Credo che scriverò alla GTT, chiederò di fare pulman separati per i pensionati. Un problema in meno per lo stress dei lavoratori e degli studenti. Le ragazzine lasciamole stare, tra un po' se ne andranno al mare e non romperanno più i coglioni...e poi CBCR, non si sa mai.

3 comments:

alex360off said...

Ti voglio bene Beppazzo. Sto post mi ha fatto scassare dalle risate! In particolare nel pensare alla tua chioma svolazzante!
E lascia stare le vecchie!!!

Vito said...

cbcr???

Beppazzo said...

Cresci Bene Che Ripasso