Recensioni film: Ottobre 2009

District 9: allora, premetto che inizialmente mi è sembrato di vedere il classico film sulle invasioni aliene. Si è rivelato poi ben diverso. In sostanza una nave aliena si posa su Johannesburg (Sudafrica), ma non riesce a ripartire. Così gli alieni (dei gamberi giganti) si stabiliscono nella città con intenzioni tutt'altro che belliche. Dopo circa 20 anni di convivenza, lo scenario è il seguente: gli umani maltrattano i gamberoni, rubano loro le armi e li internano in una zona fuori città, il distretto 9 appunto. Una dimostrazione di come in caso di invasione pacifica si potrebbe comportare la razza umana. Una visione particolare e apprezzabile, ma il film nel complesso non mi è piaciuto, forse perchè la storia era troppo focalizzata su personaggi che trovavo alquanto antipatici.

Bastardi senza gloria: come diceva continuamente il tizio seduto nella fila dietro la mia al cinema..."STUPEEEEENDO!". Ed è veramente così. Tarantino ha rivisto la storia del nazismo a modo suo e secondo me ne è venuto fuori un capolavoro. La storia è quella di una banda (i cosiddetti "Bastardi") di militari ebrei americani, che vengono mandati in Europa per sterminare i nazisti, in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo. I risvolti nella vicenda sono molteplici e la storia presenta un sacco di ingredienti. È un film sadico, comico, violento, splatter, demenziale, drammatico, storico o semplicemente...geniale. Guardatelo!!!

G.I. Joe - La nascita dei cobra: tamarrata del mese. I "G.I. Joe" sono una squadra speciale dell'esercito americano, dotati di equipaggiamenti all'avanguardia. Un miliardario più miliardario di Berlusconi decide di sfidare i presidenti delle grandi nazioni del mondo minacciando attentati terroristici. Il compito della squadra speciale è quello di evitare che tali attentati vengano messi a segno. Boh, guardatelo se vi piace il genere.

Up: animazione. Simpaticissima storia di un ragazzino pieno di voglia di andare all'avventura. In particolare vuole andare a vivere vicino alle cascate Paradiso, in Sudamerica. Col passare degli anni però si rende conto di invecchiare, perde la moglie, e il desiderio di partire per qualsiasi posto. Finchè un giorno non viene costretto a lasciare la sua casa. Durante la notte decide allora di gonfiare un numero tale di palloncini da poterla sollevare e utilizzare come mezzo per arrivare in Sudamerica. Qui vivrà un'avventura incredibile, grazie alla compagnia di un bambino, un cane e un uccello molto particolare. La storia nel complesso è molto carina, ma soprattutto presenta delle gag veramente esilaranti. Ho riso come un deficiente.
Category: 0 comments

0 comments: