La ripugnante indifferenza

L'episodio è su tutti i giornali...per chi non l'avesse visto direttamente, qui c'è il video



Ora, spiegatemi una cosa. Ce l'ho con voi testimoni sì. Fate schifo! Che cazzo state a guardare un cadavere senza provare ad intervenire? Che cazzo scappate? Avete cose più importanti da fare che salvare una vita? MA ANDATEVENE AFFANCULO!
Mi è venuto il nervoso a vedere questo video. Tutti intorno come vecchietti che guardano lavori in corso. Nessuno, e dico...NESSUNO, si è chinato per controllare come stava quella povera donna. Non siete in grado di portare i primi soccorsi? Chiamate il 118 cazzo e fatevi dare istruzioni!
Gli unici che dovrebbero espellere dall'Italia, siete voi!

3 comments:

Diego said...

ehh ti appoggio tutta la vita!

Il vero problema è che l'atmosfera di decadenza che da anni avvolge l'Italia è durata abbastanza da forgiare gli animi. Per non parlare di quelli che erano ragazzini e che sono cresciuti così..

Hai presente il medioevo? dove tutti tiravano dritto perchè avevano tutti problemi che ognuno considerava peggiori degli altri?
Ecco,la stessa cosa.

Una scena tipo..
Pioggia.
Scrosciante.
Il cielo plumbeo.

Un sottile ma pungente vento che si intrufola sotto gli stracci della gente che cammina a passo svelto per le strade in un pomeriggio invernale.
Le strade sono fangose,le case tutte ammassate, tutti camminano a testa china stringendosi negli abiti senza badare a cosa accade ad un palmo da loro. Tutti stanno pensando ad un fuoco caldo acceso.

In una piccola nicchia tra due case,larga appena per far stare un uomo seduto, uno sconosciuto morente alza un braccio al di fuori del cono d'ombra per chiedere aiuto.

Non accade nulla.
La pioggia colpisce il braccio scoperto per un pò. Poi il braccio cade in una pozzanghera melmosa.

Il cielo è sempre plumbeo, e la pioggia continua a cadere, un rumore incessante sui tetti in legno.

Passi frettolosi calpestano il fango a pochi centimetri da una strana pozzanghera.


...ecco, una cosa così!

Beppazzo said...

bellissimo commento diego.

Ma l'hai preso da un libro di Ken Follett o è farina del tuo sacco?
Nopperchèttispiego...potresti fare lo scrittore! :D

Diego said...

XDDD no è farina della mia macina :D

in realtà volevo fare l'aviatore, poi ho perso un dente mentre aiutavo mia nonna a sedersi sul wc. La stavo facendo sedere quando sono scivolato sui sui pantaloni calati e ho battuto il mento sul davanzale della finestra.
E mia nonna mi ha detto: nipote, sei un coglione.