Recensioni film: Dicembre 2010

Ultime recensioni dell'anno!

Il mio nome è Khan:
con l'epiglottide...come direbbe il protagonista. Il film è di matrice indiana. Il protagonista, Rizvan Khan è un indiano musulmano che vive a San Francisco. Si è trasferito in America per raggiungere il fratello dopo la morte della madre. Soffre della sindrome di Asperger, è per questo sembra deficiente quando invece è dotato di un'intelligenza superiore. Conosce Mandira, donna indiana, ma di religione induista, divorziata e con un figlio a carico. Lui se ne innamora subito, e fa di tutto per conquistarla, fino al gran giorno del matrimonio. Lei acquisisce il cognome musulmano e la loro vita sembra scorrere in armonia. Fino all'11 settembre 2001. L'immagine che ha l'America dei musulmani cambia improvvisamente, cambia così la loro vita, il loro affetto svanisce e Rizvan è costretto ad abbandonare casa dopo un episodio gravissimo. Lascia la moglie con una promessa. Promette di incontrare il Presidente degli Stati Uniti. Ha inizio un viaggio lunghissimo attraverso un paese, una cultura, una popolazione sgomenta dagli atti terroristici, che imparerà a distinguere il bene dal male.

Jackass 3d: prendete i soliti idioti. Prendete un mucchio di soldi guadagnati con i film precedenti. Prendete dell'inchiostro blu. Quindi prendete una lamborghini e un jet. Poi prendete telecamere che filmano in 3d e in slow motion. Prendete un tizio che sa scorreggiare a comando. Prendete persone grasse, pelose e della colla. Infine prendete animali molto cornuti e molto pericolosi. Pensate di poter minimamente immaginare il risultato? Io credo di no. La quantità di idiozie che si possono condensare in una sola ora e mezza non credo sia nemmeno descrivibile. Sono tornati i ragazzi di Jackass, e fanno ridere e vomitare allo stesso tempo. Non so se consigliarvi di guardarlo o di evitarlo...se già li conoscete, sapete cosa vi aspetta. Altrimenti vi auguro di essere forti di stomaco.

Machete: film nato da un trailer fatto per scherzo, ma che è spopolato su Youtube a tal punto da venirne fuori un film presentato addirittura al Festival del cinema di Venezia. Un cast spaventoso (Michelle Rodriguez, Jessica Alba, Lindsay Lohan, Robert DeNiro, Steven Seagal,...) per uno dei film più trash degli ultimi anni. Politica, razzismo, violenza, sesso e blasfemia si mischiano in un'unica opera che gli amanti del genere apprezzeranno. I diritti dei messicani messi in gioco dalla politica americana, ma sostenuti da un "supereroe" che è già leggenda ancor prima che il film abbia inizio. Un casino pazzesco, morti ed esplosioni ovunque. Io vi ho avvertiti...adesso sapete a cosa andate incontro...

The Tourist: allora, si può guardare questo film con gli occhi di un italiano e lo si può guardare con gli occhi di uno straniero. Alla prima categoria posso dire...è veramente orribile, una pubblicità spudorata al nostro paese, a Trenitalia, a Venezia, condita dalla presenza di attori italiani che fanno comparsate brevissime ed alquanto imbarazzanti (vedi Bova, De Sica, Frassica e altri). Veramente pessimi. Dall'altra parte, se siete stranieri e non avete idea di chi siano quelle persone, di quanto becero possa essere in realtà il servizio di Trenitalia, o di quanta puzza ci sia a Venezia, allora gradirete il film. Sì, perchè ci sono Angelina Jolie e Johnny Depp, c'è la storia di un ignaro insegnante che viene coinvolto all'interno di un conflitto tra boss mafiosi di caratura internazionale, ci sono gli inseguimenti con le barche, c'è l'atmosfera sognante di Venezia, c'è il colpo di scena e l'elemento sentimentale. Il giudizio del film è come sempre individuale. Da parte mia lo posso consigliare per la storia, ma non per il resto.
Category: 5 comments

5 comments:

godblessmarta said...

Ho visto Trainspotting , ce l'ho fatta , sono ancora viva!

Beppazzo said...

Bravaaaa!!! XD
Scommetto che alla fine non l'hai trovato così traumatico come ti avevo detto :)

godblessmarta said...

No infatti , a parte la scena della ragazzina sul soffitto dove avevo una mano sugli occhi , ma perchè nel libro è descritta in modo diverso , brrr!

Beppazzo said...

decisamente inquietante!

godblessmarta said...

Decisamente sì!!