Abuso di potere

Riporto qui integralmente il testo di un articolo relativo ad un'aggressione vergognosa. "Fortunatamente" si tratta di un gruppo musicale ben noto, e riceverà la dovuta attenzione mediatica. Comunque non ho ancora visto parlarne troppo in giro, quindi diffondo anch'io la notizia. Immagino solo cosa sarebbe trapelato se un fatto del genere fosse accaduto a dei semplici ragazzi in vacanza. Direi nulla.

Fonte originale: nuovasocietà.it
Articolo di Andrea Paparella

Ha del surreale l'episodio che ha coinvolto il gruppo musicale Punkreas la scorsa notte. La band punk rock milanese ha rivelato infatti di aver subito una incredibile aggressione all'interno dell'Euro Hotel di Nichelino, in provincia di Torino, dove si trovava dopo aver preso parte al Free Music Festival 2011. Lo stesso albergo che ospitava circa un centinaio di carabinieri probabilmente destinati al servizio di Ordine Pubblico in Val di Susa.
In piena notte, forse indispettiti dal rumore causato dai musicisti, i militari sarebbero quindi passati alle maniere forti, arrivando – sempre stando al racconto fatto dai Punkreas – ad utilizzare del gas lacrimogeno, che dai sintomi descritti sembrerebbe essere lo stesso gas usato a Maddalena di Chiomonte per disperdere i militanti No Tav: il famigerato Cs, un composto che può avere conseguenze gravissime sull'uomo, soprattutto se inalato in ambienti chiusi.

Riportiamo di seguito il comunicato stampa ufficiale diramato oggi dai Punkreas:

Stendiamo il presente comunicato per rendere pubblica la gravissima situazione che ci ha visto involontari protagonisti nella notte tra il 29 e il 30 giugno 2011 presso l'Euro Hotel di Nichelino, alle porte di Torino.
Dopo il concerto dei Punkreas tenutosi presso il Free Music Festival di Nichelino, ci dirigiamo verso l'albergo insieme alla crew e ai rapper Anti L'Onesto e Dj Noko che hanno chiuso la serata e che viaggiano con noi. Arrivati sul posto, attorno alle ore 02:00 constatiamo la presenza di militari in divisa – carabinieri – che presidiano l'entrata e immediatamente ci si approcciano con modi poco amichevoli. Veniamo inoltre a conoscenza del fatto che l'albergo ospita un alto numero di carabinieri (70-100), presumibilmente destinati a servizio di O.P. in Val di Susa, dove il giorno precedente si sono avuti duri scontri con ampio uso di lacrimogeni contro i manifestanti. Alcuni di noi, come da consolidata tradizione, si ritrovano nella camera di Paletta per parlare del concerto appena effettuato e fare gli ultimi saluti prima di raggiungere le rispettive stanze. Dopo circa un'ora, il gruppetto si scioglie e restano nella stanza solo Paletta, Gagno e il fonico Gianluca Amen, che continuano a chiaccherare.
Quando sono circa le 03:30, senza aver avuto peraltro alcun avviso o richiamo né dalla direzione né dagli ospiti delle stanze confinanti, i 3 sentono dapprima bussare violentemente alla porta e subito dopo cominciano ad avvertire difficoltà respiratorie che in breve diventano sempre più pronunciate, unitamente a bruciore intensissimo a gola e occhi. In breve, si rendono conto che qualcuno sta pompando gas urticante da sotto la soglia della porta della camera. Sentendo rumori e grida di sfida e di scherno dall'esterno, e nonostante la situazione sia resa anche più grave dall'impossibilità di aprire completamente la finestra della camera , i 3 decidono di non uscire, per timore di aggressioni fisiche. Si chiudono momentaneamente nel bagno, sperando così – e con l'ausilio degli asciugamani bagnati – di limitare i danni e resistere a quello che sembra un vero e proprio assalto.
Immaginatevi 3 persone chiuse in una camera satura di gas iniettato dall'esterno da un numero indefinito ma alto di militari che gridano di volersi vendicare di un tono di voce – a loro detta – troppo alto. Nel frattempo qualcuno nelle stanze vicine sente qualcosa. Il primo ad affacciarsi è Anti, che subito si trova la strada sbarrata da tre militari in borghese, muniti di manganello .Il rapper viene schiaffeggiato, malmenato e spinto nel bagno. Gli viene intimato di non uscire dalla stanza e di "farsi i cazzi suoi". A questo punto si sveglia il band manager Ruvido che si rende subito conto della gravità della situazione e chiama immediatamente ambulanza e carabinieri di Nichelino. Nel frattempo band e crew si compattano per affrontare la situazione. Solo a quel punto, rendendosi conto di avere a che fare con persone che potrebbero godere di attenzione mediatica, i militari cambiano repentinamente atteggiamento tentando di minimizzare l'accaduto. Appaiono graduati che si offrono insistentemente di trovarci dapprima delle nuove camere, poi addirittura un nuovo hotel.
Ovviamente rifiutiamo, raccogliamo i nostri bagagli e ripartiamo da Torino con destinazione casa. Abbiamo deciso di rendere noto l'accaduto non solo perché di per sé vergognoso e meritevole di suscitare indignazione, ma anche perché abbiamo avuto la netta sensazione che le cose sarebbero precipitate ulteriormente se non avessimo dato velocemente l'impressione di avere immediati e sufficientemente influenti contatti esterni (agenzia, ufficio stampa, avvocato). Per una lunghissima mezz'ora noi, e in particolare i 3 chiusi in camera ci siamo sentiti come devono essersi sentiti Uva, Cucchi, Aldrovrandi, e tanti, tantissimi, troppi altri finiti senza possibilità di difendersi nella mani di chi abusa del suo potere per scopi che nulla hanno a che vedere con l'ordine pubblico.

Punkreas e Crew

I Cento Passi



Oggi è il giorno di Peppino.

"LA MAFIA È UNA MONTAGNA DI MERDA"

Recensioni film: Aprile 2011

Rango: non è un film sulle matrici. Ma su una lucertola. Una lucertola che si ritrova sbalzata dalla sua fresca teca di vetro, al caldissimo deserto statunitense. E scopre un mondo completamente nuovo. Ma la sua logorrea e la sua sfacciataggine gli permetteranno di adattarsi all'ambiente, trasformandolo in un eroe per i poveri abitanti di quei luoghi. Sinceramente l'ho trovato molto divertente, e ve lo consiglio assolutamente.

Limitless: il protagonista è uno scrittore depresso. Ha un contratto per un libro, ma non ha scritto ancora nulla. La ragazza lo ha lasciato. E l'affitto va pagato. Tutto questo succede finchè non incontra un vecchio amico per strada, che gli propone l'utilizzo di un farmaco per accrescere le proprie potenzialità. D'improvviso tutto cambia. Completa il libro in 4 giorni e guadagna un sacco di soldi investendo in borsa. Ovviamente riconquista la ragazza. Ma non si fanno tanti soldi senza crearsi dei nemici. Gli effetti collaterali sono molteplici. Sinceramente il film mi aveva incuriosito all'inizio, ma guardandolo non mi è sembrato granchè. Mediocre direi.

Rio: animazione. Con i pappagalli. In particolare uno blu. Di nome Blu. Wow! Insomma, viene catapultato dal Brasile al Minnesota (dove poi cresce), per tornare poi in Brasile (causa accoppiamento forzato per la sopravvivenza della specie). Ovviamente i colpi di scena non mancano, e le risate sono garantite. La trama ve l'ho risparmiata abbastanza. È superficiale secondo me. Le gag sono fantastiche. Guardatelo!
Category: 0 comments

Il Cuore E La Spada

Per farla breve: fa schifo. Compratevi Novella2000 che è fatto meglio, e tratta più o meno gli stessi argomenti.


Recensione:
Premetto subito che Vespa non mi va a genio come giornalista. Nè tantomeno come scrittore. Probabilmente per la sua amicizia e vicinanza a Berlusconi. E per la trasmissione orribile che conduce su Rai1. Detto questo, mi è (purtroppo) capitato il suo libro sottomano. Ricevuto come regalo lo scorso Natale. Lì per lì, ero indeciso...lo leggo, lo brucio o lo vendo?
L'istinto mi diceva ovviamente di mettere su un bel falò. D'inverno si sa, fa freddo. Poi però mi son detto...è un libro...che male farà...lo leggo. Al massimo se non mi piace lo do via...o lo brucio. Sappiate che in questo momento lo cedo volentieri a chiunque. Ma avete poco tempo, l'accendino è lì che aspetta.

Finirlo è stato veramente faticoso. Molto pesante come narrazione. L'interesse non viene minimamente stimolato. Per quanto riguarda la prima parte il libro non è altro che una raccolta di citazioni di altri giornalisti che nel corso degli anni hanno scritto proprie opinioni sulle vicende politiche del Paese. Vespa ci mette del suo di tanto in tanto facendo degli accostamenti terribili tra i governanti di 150 anni fa, con quelli attuali. Sinceramente evitabile. Non grave, ma evitabile.
Durante la narrazione divaga tantissimo, è prolisso, perde il filo del discorso. Ci si ritrova a rimbalzare tra il 1800 e il 2000 in più momenti ed è un casino riuscire a collegare gli avvenimenti.

Ah, a proposito, titolo e copertina non c'entrano una fava. In più visto come vengono narrate le avventure sessuali dei vari governanti dell'Italia temo che per spada sia inteso il fallo (nel senso genitale del termine).

La storia del Risorgimento secondo Vespa non è altro che un susseguirsi di avventure sessuali. Parla continuamente di quante amanti hanno avuto i politici, citandone nomi e cognomi, e arrivando al dettaglio delle prestazioni dei vari personaggi. Che me ne frega di sapere che Vittorio Emanuele era superdotato? Posso capire quando si racconta che le donne potevano influenzare le decisioni di determinate persone, ma arrivare a descrivere il resto sinceramente serve solo a riempire pagine inutilmente a fare pubblicità del tipo: "I politici italiani sono superdotati! Andate a letto con un politico italiano!" Basta, vi prego.

Parlando di storia, che fine hanno fatto i partigiani civili, morti durante la Seconda Guerra Mondiale? Secondo questo libro non erano meritevoli di menzione. Mentre sulle case di Montecarlo...uh, capitoli a dismisura. Quando si parla di riscrivere i libri di storia, volete davvero riscriverli in questo modo? Tanto vale farla studiare sulle riviste di gossip.

Arrivando a periodi più recenti, secondo Vespa, Andreotti (pag. 424) non avrebbe potuto fare affari con la mafia, perchè impegnato in attività di governo. Allora, sono decenni che si parla di infiltrazioni mafiose in politica. E la stessa classe politica è sempre lì a difendersi dai giudici che confermano o smentiscono questi rapporti. Cioè...SI DIFENDONO DAI GIUDICI E NON DAI MAFIOSI!

Poi ci sono le "sviste". Secondo Vespa 4 governi di sinistra si sono succeduti in Italia tra il 1995 e il 2006. (pag. 583). Un decennio insomma. Ma...dal 2001 al 2006 ha governato indisturbato Berlusconi. No? Allora non sarebbe più corretto dire che si sono succeduti dal 1995 al 2001? Così invece sembra che la sinistra l'abbia fatta da padrona. Ma non è così. Scorrettezza voluta. Palesemente.

In sostanza, la storia dei 150 anni d'Italia dov'è? All'inizio forse...ma poi ci si perde tra inchieste giudiziarie, statistiche, abitudini dei politici, amanti varie e litigi più che avvenimenti storici. Quindi che libro è questo? Propagandistico, condito di sotterfugi. Getta ovviamente fango sui "Comunisti" e sull'operato della Magistratura. Anche su quella che si è occupata con successo delle inchieste su Tangentopoli. Va di moda in questo periodo, ed è quello che l'elettorato berlusconiano si vuole sentir dire. Poi si fa gossip. Si parla di tradimenti, divorzi, case, donne, come tristemente avviene su tutti i quotidiani in questo periodo.

Per concludere, un giudizio personale sul libro: se questa è la dedica da fare alla propria nazione per il suo compleanno...è veramente una merda.

Category: 0 comments

Il prodotto sei tu

In un periodo nel quale tutti (o quasi) utilizzano internet, quali sono i dati che le aziende utilizzano? O meglio, quali sono i dati che noi utenti forniamo loro a titolo gratuito? Tante risposte ce le ha fornite la puntata di "Report", andata in onda ieri, domenica 10 aprile 2011. Una puntata che apre gli occhi su tante cose, a partire dai social network che tanto ci piace utilizzare. Veramente ben fatta.

Link: Il prodotto sei tu

Purtroppo dovete avere Silverlight (o Moonlight) installato per potere visualizzare la puntata.
Buona visione!!!

Recensioni film: Marzo 2011

127 ore: tosto tosto tosto. Film veramente tosto. Non so se l'ho scritto...ma è tosto. Sì, perchè ti lascia lì incollato allo schermo. Ad aspettare con ansia la fine. Ti coinvolge insieme al protagonista in una trappola, che è il Gran Canyon, conosciuto per essere una delle 7 meraviglie del mondo. E invece l'obiettivo è scappare da lì. Sopravvivere. Ma una roccia, un braccio incastrato, impediscono la fuga. Il cibo è poco. L'acqua è finita. Bevi l'urina aspettando che arrivino dei soccorsi. Invece sopra la tua testa l'unica cosa che vedi passare è un condor. Il sole ti scalda un quarto d'ora al giorno. Sembra proprio che i tuoi giorni debbano finire lì. E registri le memorie per salutare i tuoi cari. Per fortuna hai portato la telecamera.

Il discorso del re: non conoscevo assolutamente la storia di re Giorgio VI, e devo dire che mi ha colpito molto. Sì, perchè essere un esponente di un paese importante come l'Inghilterra, in un periodo come quello della Seconda Guerra Mondiale non è facile. Figuriamoci se si deve combattere contro la balbuzie. La vicenda narrata nel film in realtà si focalizza molto su questo difetto, e sul rapporto speciale che si crea tra il re ed il medico che lo aiuta a curarsi. Epilogo scontato, ovviamente il paziente riesce a fare i discorsi ufficiali. Ma sempre con il medico al suo fianco. È una storia di coraggio, che tira fuori il lato più umano dei grandi della storia. Un applauso agli attori. Merita sicuramente di essere visto.

The fighter: due fratelli. Due caratteri completamente diversi. Una passione in comune. Il pugilato. Se il fratello maggiore ha raggiunto il successo atterrando Sugar Ray Leonard, il fratello minore, Micky, non ha mai ottenuto nulla dallo sport. Viene considerato il fratello di una celebrità. Una celebrità che però si dà continuamente agli eccessi della droga. La storia è quella della sua rivincita, della rivincita di Micky. L'obiettivo è diventare campione del mondo. L'opportunità è unica nella vita. E per quanto sia strafatto, avrà bisogno del fratello vicino a sè per raggiungere il suo scopo. Anche se non amo il genere, ho trovato il film veramente molto bello. Scorrevole. Piacevole.

Dylan Dog: consiglio di non recarsi al cinema per vedere questo film. Distrugge assolutamente un personaggio. Dylan Dog nel film è giovane, palestratissimo, direi in versione idraulico. Combattimenti e botte, ce n'è ogni 5 minuti. Ingressi tamarrissimi, con fucilate più in stile Matrix che altro. Poi l'ambientazione, New Orleans...non cupa come Londra. Neanche un goccio di pioggia. E poi Groucho...non c'è! Davvero, vi distrugge un mito. Non guardatelo.

Immaturi: simpatica commedia italiana. Non è "all'italiana" perciò l'ho trovata molto piacevole. Una classe di ragazzi, ex studenti, ormai quarantenni, deve ripetere l'esame di maturità, annullato anni e anni dopo per uno scandalo e una decisione del Ministero dell'Istruzione. Si ritrovano così, a studiare insieme, come ai vecchi tempi, ma con alcuni fantasmi che riemergono. C'è chi lavora, chi ha figli, chi li vuole, chi vive ancora con i genitori. Non importa, c'è da fare l'esame. Ma si può essere idioti ancora a quarant'anni.

Sucker Punch: un film che è veramente un pugno nello stomaco. La storia è pressochè assente, ma di contenuti tamarri ce n'è in quantità. Ecco così che compaiono dei samurai con i mitra, robot, draghi, dirigibili, cattedrali gotiche, nazisti, e un gruppo di gnocche che vanno avanti di livello in livello. Esplosione dopo esplosione. Boh, a me ha fatto schifo. La frase dell'anno però, è qui dentro: "non firmare un assegno se non puoi coprirlo col culo"
Category: 3 comments

Nucleare sì, nucleare no, nucleare bum

Una settimana fa, gli operai della centrale nucleare di Fukushima, vengono chiamati a rapporto dai loro capi:
"chi di voi conosce meglio il reattore numero 4?".
Nel silenzio, si sente un colpo di tosse.
Poi si vede un uomo, che fa un passo avanti e un inchino.
Il suo nome è Futoshi Toba, ha 59 anni e una bronchite cronica.
A Giugno andrà in pensione. Lui conosce il reattore come tutti gli altri, cioè assai poco.
Ma capisce che la vera richiesta che gli stanno facendo è: "chi di voi è disposto a sacrificare la propria vita per quella degli altri?"
Futoshi Toba, guarda i colleghi che gli stanno intorno.
Hanno quasi tutti 20 anni.
E allora decide che tocca a lui.
"Il mio destino è compiuto - dice - ho finalmente l'occasione di dare un senso alla mia vita".
Giovedì scorso, investito dalle radiazioni, Futoshi Toba è stato ricoverato in un centro di Tokyo.
Ha i giorni contati purtroppo, ma dal suo letto di ospedale ha trovato ancora la forza per dire: "prego il mio paese di riflettere se questa è la strada giusta per assicurarci il futuro"

(tratto dalla puntata di "Che tempo che fa" del 19 Marzo 2011, Massimo Gramellini)

26 anni e non sentirli...

"Il traguardo dei 30 è lì vicino" mi dicono in tanti. "Stai invecchiando". Battute. A me vien da ridere. Ieri infatti è stata una giornata bellissima.

Prima siam scesi in piazza a difesa della Costituzione. Nonostante la pioggia. Nonostante il casino. Lì, a gridare. A farsi sentire. Applaudire e cantare.
Un marocchino mi ha scambiato per un suo compaesano. È successo un'altra volta, lo so. Non mi ha chiamato Mustafa, ma questa volta ho vinto dei braccialetti!!!


Poi la sera a cena fuori. Con tutti gli amici. Eravate tantissimi, e vi ringrazio di cuore. Abbiamo devastato il ristorante e son rimasto veramente contento della serata. Spero anche voi. È volata via. Piacevolmente. Nonostante la pioggia. Di nuovo.
I postumi sono quelli della sbronza. Di cibo. Vi ringrazio per avermi risparmiato la variante del rossetto. Un po' meno per le foto da bimbiminkia...sono terribili!!! :D
Inoltre lasciatemi dire che avete delle bocche urende! Ihih!
La seguente è la foto più "normale" che è rimasta di tutta la serata. Giudicate voi.
Non ho il coraggio di pubblicare le altre! XD


È proprio vero che 26 anni vengono una volta nella vita.
A chi c'era e anche a chi non è potuto esserci...

GRAZIE MILLE!!!

L'auto a pipì...

...o quasi.

Incuriosito dalla Littizzetto che ne ha parlato durante la trasmissione "Che tempo che fa" ho deciso di documentarmi sulla notizia. È vero o no che si può usare l'urina come carburante per le nostre auto?
Stando a quel che dice questo articolo, sembrerebbe che miscelando l'urea (una sostanza simile alla nostra pipì) al comune carburante, si ottiene un abbattimento delle emissioni di CO2 del 30%. Rimarremo quindi sempre dipendenti dal petrolio, ma sicuramente respireremo aria più pulita. E le piogge acide potrebbero rimanere un ricordo.
Ovviamente si tratta di sperimentazioni, ma la mia speranza è che si arrivi a motori ecologici nel più breve tempo possibile. E visto che le grandi compagnie petrolifere non vogliono allontanarsi dalla loro fonte di sostentamento principale, questa scoperta mi sembra un'ottima via di mezzo.

Sesto senso

Incredibile è dir poco. Guardate il video e strofinate gli occhi quanto volete...no, non state sognando.

Recensioni film: Febbraio 2011

Parto col folle: strana commedia. Il protagonista si reca in aeroporto, per raggiungere la moglie dall'altra parte degli Stati Uniti che deve partorire. Si imbatte però in un tipo strano, bizzarro, che lo mette nei guai. Guai con la polizia, che etichetta entrambi come passeggeri "no-fly". Niente aereo dunque. Il viaggio va fatto in auto. E la compagnia forzata, è proprio quella del folle che gli ha causato tutti questi danni. Forse non più strana del solito. Forse a tratti esagerata. Può essere considerata la classica americanata. Condita di battute scontate. Gag a volte esilaranti. A volte deprimenti. Bella per il tema del viaggio, a me sempre gradito. Bella per i paesaggi. Per le atmosfere. Trama decisamente brutta. Film mediocre.

I fantastici viaggi di Gulliver: Jack Black incontra i Lillipuziani. Lo fa dopo aver cercato di conquistare una collega di lavoro, fingendosi un appassionato ed esperto di viaggi. Viene mandato così a fare un servizio nel triangolo delle Bermuda. D'improvviso si ritrova però in un mondo minuscolo (ho riconosciuto il campus di Greenwich), abitato da persone minuscole. Una rivisitazione in chiave moderna dei classici viaggi di Gulliver, che non mi ha lasciato soddisfatto. Anzi, anche questo film è decisamente pessimo. Tante idee interessanti che potevano essere sviluppate in altro modo. Non consigliato assolutamente.
Category: 0 comments

"Esistono solo quattro modi perchè un gruppo dirigente perda il potere: che sia sconfitto dall'esterno, che governi in maniera tanto inefficiente da spingere le masse alla rivolta, che consenta la formazione di un gruppo di Medi forte e animato dallo scontento, che perda la fiducia in se stesso e la voglia di governare. Tali fattori non sono mai attivi singolarmente, anzi nella gran parte dei casi entrano in gioco tutti e quattro contemporaneamente. Una classe dirigente capace di salvaguardarsi da tutti questi fattori resterebbe al potere in eterno."

(1984 - George Orwell)

Vediamo chi fa l'idiota


Qualche giorno fa mi è capitato sotto mano il seguente articolo.

http://www.repubblica.it/cronaca/2011/02/08/news/alberi_troppo_vicini_fuorilegge_migliaia_di_strade-12191074/?ref=HREC1-11

Lo so già come andrà a finire. È di sicuro colpa degli alberi. Stanno fermi lì e causano morti. Non è colpa delle strade che sono costruite a cazzo di cane? O magari degli automobilisti incoscienti? Sempre colpa di chi non si può difendere. E ranziamo via alberi. Vai così. Facile.
Ma vaff...

Emma...

Poi dicono che non ci dobbiamo incazzare. Dicono che lavorano tutti per il bene del paese. Dicono che è giusto rispettare l'ambiente ma...

leggete questo articolo

Come fa uno a non incazzarsi? Dopo tutta la ricerca svolta. Dopo tutti gli investimenti. Dopo i fruttuosi risultati ottenuti e i primi accordi per andare avanti su una linea pulita che sembrava avere larghi orizzonti. Dopo tutta l'educazione, la diffusione di informazioni sulle energie pulite e rinnovabili. Ecco che se ne esce la Marcegaglia con queste dichiarazioni vergognose. "Favorire il nucleare"...ti riempie le tasche Emma? Vai su un altro pianeta a riempirtele! Stronza!
Pensi solo ai tuoi interessi. Non te ne frega niente dell'impatto a livello ambientale che hanno le centrali nucleari. Ma no, lei vuole costruirle, portano posti di lavoro. Sì, e per chi producono energia dopo? Per i malati terminali? L'energia serve per continuare a tenerli in vita attaccati a una macchina? Non ci sono abbastanza ecomostri in giro? Non si scaricano già abbastanza rifiuti in maniera illegale? Ne dobbiamo aggiungere altri? La risposta ai problemi dell'Italia è questa? Il nucleare? C'è già abbastanza marcio in questo paese, non aggiungiamone dell'altro per carità.

Nonsense

"Avevo un cane che si chiamava Blu.
Cioè, si chiamava Franco, ma poi è diventato Blu."



Boh, a me fa ridere.

Recensioni film: Gennaio 2011

Un altro mondo: sorpresa Silvio Muccino. Siamo distanti dal genere mieloso al quale ci aveva abituato con le sue precedenti apparizioni. Già, perchè se la storia parte dal classico ragazzo viziato, Andrea, mantenuto da una madre straricca, e poi arriva a un fratello particolarmente affezionato e responsabile, si avverte subito la metamorfosi del personaggio nel film e del regista/attore. In mezzo troviamo un avventura africana originata da una lettera e dalla curiosità da parte del protagonista di conoscere un padre che per lui non è mai esistito. L'altro aspetto è quello della sorpresa. Un fratello di colore per un ragazzo come Andrea è un peso insopportabile da sostenere e va scaricato immediatamente. Ma le circostanze non lo permettono e così la convivenza è forzata. Non vi ho rivelato nulla di più di quel che trovate nel trailer del film. Il finale probabilmente è scontato, ma il bello è in che modo ci si arriva.

Megamind: si può essere buoni o cattivi. Dipende dal destino che ti è stato riservato. Specialmente se la tua vita viene salvata poco prima che il tuo pianeta di origine venisse risucchiato da un buco nero. E se c'è un cattivo da combattere, ci sarà anche un buono per difendere la città in cui sei stato mandato. È la lotta tra il bene e il male che condisce questo film d'animazione. Ma una volta che il male ha preso il sopravvento sul bene, ecco che si annoia. Bisogna quindi creare un nuovo eroe buono. A meno che non esista già. Ecco Megamind, un eroe un po' strampalato, ma dotato di un'intelligenza superiore (eccetto per il lessico). Particolare elogio alle musiche del film e al personaggio del padrino spaziale: ge-nia-le!

Hereafter: probabilmente con questo film, Clint Eastwood si è andato ad intricare nel pericoloso ambito dei fenomeni paranormali. Non so se riceverà più elogi o critiche ma, dopo aver visto il film, posso dire che ha agito in punta di piedi. Ha iniziato raccontando il dramma dello tsunami indonesiano del 2004, e successivamente le stragi nella metropolitana di Londra del 2005. All'interno di questi avvenimenti troviamo due protagonisti del film, che hanno così visto morire delle persone. Ecco che entra in gioco il sensitivo Matt Damon, in grado di comunicare con i morti. Ma a differenza di tutti gli altri sensitivi, non entra in uno stato di trance e non usa macchinari infernali. Il protagonista è molto pacato e inoltre detesta la sua abilità perchè trova difficile convivere ogni giorno con la morte. Un film che tocca la tematica dell'aldilà, della vita dopo la morte, che fornisce un'interpretazione al mistero più grande. Ma come al solito, si tratta di ipotesi...

La solitudine dei numeri primi: orribile. Certo, a livello di trama non avevo neanche apprezzato il libro. Ma il film è decisamente peggio. Molte cose che non vengono spiegate all'inizio, ma lasciate sottintese, non permettono allo spettatore di capire la storia. E poi i silenzi. Si potrebbe quasi catalogare come film muto. E quando ci sono dialoghi bè, tutti a voce bassissima, non si capisce niente. Le inquadrature nei primi piani fan cagare, c'è sempre il sole che disturba l'immagine. Regìa terribile. Spendo solo qualche parola buona verso gli attori che hanno fatto uno sforzo apprezzabile, come quello di dimagrire all'estremo, per interpretare i ruoli dei protagonisti. Ma per il resto, un lavoro da buttare.

Skyline: apocalittico. In una tranquilla giornata sulla Terra (il film è ambientato a Los Angeles per la precisione) piovono strane luci dal cielo. Chiunque guardi queste luci, viene attratto inesorabilmente. Come affascinato. E poi...sparisce. La trama in pochi attimi è devastante. Città distrutte, persone che vengono risucchiate da navi aliene e l'esercito degli umani che cerca di contrastare questi misteriosi invasori. A dire la verità questo film non racconta nulla di nuovo. Molti avvenimenti sono scontati e prevedibili. Come il finale. In sostanza è un film con tante astronavi e tante esplosioni, che piacciono agli amanti degli effetti speciali. Niente di più.

Vi presento i nostri: simpatica commedia che segue i capitoli precedenti "Ti presento i miei", "Mi presenti i tuoi" e "nonmiricordopiùchipresentavachi". La storia è sempre la stessa, ma condita dalla presenza dei due nuovi gemellini della famiglia Fotter. E in quanto bambini, vedono quel che fanno gli adulti e lo raccontano in giro. I doppi sensi e le incomprensioni sono inevitabili, e le risate assicurate!

Qualunquemente: "le tasse sono come la droga. Se le paghi una volta anche solo per provare, finisce che ti prende la voglia!" Cetto La Qualunque sbarca al cinema per una campagna elettorale che non ha precedenti nella storia, ma trova numerose corrispondenze con la realtà. Ho riso dall'inizio alla fine, anche se per molte cose ci sarebbe da piangere. W l'ironia! Un personaggio che va apprezzato così com'è. Meglio conoscerlo prima di guardare il film, che ho trovato fa-vo-lo-so!

Che bella giornata: Checco Zalone è un agente di sicurezza. Raccomandato. E in quanto tale, incapace. Lavora nel Duomo di Milano, dove conosce Farah, una finta studentessa di architettura, che approfitta dell'ingenuità del protagonista per compiere un attentato terroristico. Ma le cose in pochissimo tempo sono destinate a cambiare...
Un film che non mi ha entusiasmato, probabilmente per la campagna pubblicitaria che c'è stata dietro. Fa ridere, ok. Ma non ho trovato niente di più divertente delle scenette viste nel trailer. Successo esagerato.

Vallanzasca - gli angeli del male: questo film crea un personaggio. Un delinquente, come ricorda la storia, ma dal carisma veramente notevole. Se Renato Vallanzasca ha ucciso e rapinato, probabilmente ha anche contribuito a migliorare il sistema carcerario. Già perchè le sue numerose fughe hanno fatto storia, come tante sue dichiarazioni fatte ai giornalisti. Era amato dalle donne, una delle quali è stata disposta a sposarlo durante il periodo di reclusione. Oggi il vero Vallanzasca, intervistato dopo aver visto il film, non si riconosce completamente nel personaggio, poichè questo viene identificato come "uno che al mattino si sveglia ed esce per fare una rapina o ammazzare una persona". Accettabilissime le critiche rivolte da parte dei familiari delle vittime, ma il film merita davvero di essere visto.
Category: 2 comments

Flip Phone

Tutti alla ricerca del telefono perfetto. Ed ecco che arriva un prototipo veramente interessante creato da Kristian Larsen. Occhio, è un prototipo, quindi non lo trovate in commercio.
Non voglio menarvela sulle caratteristiche tecniche di questo gioiellino, ma vi basta guardare il video per rendervi conto delle potenzialità.

What is being creative? from Kristian Larsen on Vimeo.



P.S: Lo comprerei solo perchè può fare da vaso per i fiori!

Couch surfing

Uno studente americano vuole visitare l'Europa, ma ha appena i soldi per pagarsi il volo. Cosa fa dunque? Bè, scrive agli studenti delle Università europee e chiede ospitalità. Il risultato? Migliaia di risposte in pochissimo tempo. Ed ecco nascere nel 2003 un fenomeno che è destinato inevitabilmente a crescere. Il "couch surfing".

Attualmente si è formata una rete di dimensioni impressionanti, tanto che in qualsiasi parte del mondo ci sono persone disposte ad ospitare viaggiatori gratuitamente, mettendo a disposizione un semplice divano o, nei migliori casi, una stanza riservata.

Il sito che permette di mettersi in contatto con chi offre un divano è:
http://www.couchsurfing.org/index.html

Qui potrete trovare informazioni su chi vi ospita o su chi volete ospitare. Il meccanismo di fiducia è basato sui feedback degli utenti (un po' come su ebay).

Io personalmente non l'ho ancora provato, ma è sicuramente un'esperienza che desidero fare a breve. Il posto? Basta che il divano sia comodo! :D

La magia dell'inverno

Lemmer, Olanda. Dicembre 2010. Intorno alla cittadina l'acqua è ghiacciata per via del freddo. Ecco il risultato...

Dutch Winter from Kasper Bak on Vimeo.

Riflessioni intergalattiche?

"Il maggior problema, ossia uno dei maggiori problemi (ce ne sono tanti) che l’idea di governo fa sorgere è questo: chi è giusto che governi? O meglio, chi è così bravo da indurre la gente a farsi governare da lui? A ben analizzare, si vedrà che: a) chi più di ogni altra cosa desidera governare la gente è, proprio per questo motivo, il meno adatto a governarla; b) di conseguenza, a chiunque riesca di farsi eleggere Presidente dovrebbe essere proibito di svolgere le funzioni proprie della sua carica, per cui: c) la gente e il suo bisogno di essere governata sono una gran rogna."

da: "Ristorante al termine dell'Universo" di Douglas Adams